serio profondo dilemma


…. secondo voi i Kamicaze vanno in paradiso???

Annunci

25 pensieri su “serio profondo dilemma

      • Come faccio a spiegarti cos’è il tutto? Il tutto è tutto quello che ci circonda e anche tutto quello che non vediamo, il tutto è anche il nulla. Il tutto comprende anche il bene e il male. Noi facciamo parte di questo tutto e quindi siamo il tutto. Siamo come la goccia nell’oceano. E poi mi riallaccio anche al commento di Silvia perchè bisognerebbe prima capire cosa sia il Paradiso. Cosa intendi tu per Paradiso? Cos’è il Paradiso,il giardino sulla nuvoletta? Non credo 🙂

        Mi piace

      • ok.. il tutto è stato definito… e mi trovi daccordo quano dici che siamo parte di esso e siamo esso stesso.
        il paradiso, x me è “solo” uno stato di pace interiore che raggiunge chi ha avuto una retta vita ( o travagliata se vuoi- ma che poi -pentito -ha capito di essere parte di quel tutto che ci ha dato la vita) e mi piace pensare che raggiungendo quella serenità eterna si possa davvero godere dell’abbraccio caldo ed amorevole del Padre.

        Mi piace

    • ciao vito, il Signore direbbe di si…
      -temo-
      dico temo… perchè non è un concetto che riesco a fare mio al 100%
      direbbe…che hanno servito il loro Dio e che sn bravi fedeli…
      ma il punto cruciale è che direbbe che nn è giusto fare il kamikaze, uccidere …ma a loro è stato insegnato cosi , quindi avrebbero l’alibi della cultura, del corano del nirvana…ma invece io dico, la conoscenza non è libero arbitrio di ognuno di noi? noi possiamo essere fortunati ad essere nati qui, a seguire la ns religione, ma se io fossi nata nella cultura islamica, all’età della ragione avrei accettato sempre e comunque cosa insegna il corano?o mi sarei ribellata? la chiesa x carità, ne ha da rimproverarsi, quante guerre chiamate sante sono state fate x affermare con la forza la sua supremazia, se fossi nata nel medioevo, sarei arsa al rogo con l’accusa di eresia… 🙂 quindi Dio è uno solo, chiamalo budda, allah, Gesù Cristo, – uno è … idem x inferno e paradiso anche se chiamati in modi diversi, ma Dio non dovrebbe fare una bella lavata di capa ai kamikaze prima di farli accomodare in paradiso??? .—- sono io che sono ottusa??? o non sono semplicemente sufficientemente cristiana???

      Mi piace

      • Ho una visione molto personalizzata del Paradiso. La mia filosofia di vita mi ha sempre portato a non credere ad un posto migliore o peggiore per il dopo di questa vita, forse perché vado oltre la visione di “ricompensa” o “punizione” e quindi di ambire ad un posto migliore solo perché mi sono comportato bene.
        Il Paradiso esiste? Sì, ma come dice Mery, non è certo un giardino su di una nuvola. Il Paradiso lo stiamo vivendo, non è un luogo che termina il nostro percorso di vita ma è tutto ciò che ci fa percorrere questa vita ed è per questo che non lo considero come un luogo postumo ed al pari dell’inferno è tutto ciò che abbiamo nella nostra vita terrena. Dove andrò o andranno i kamikaze quando arriverà la nostra ora? Beh io so ce comincerò una nuova via spirituale, una nuova vita che mi porterà a fare scelte diverse oppure uguali a queste perché per me la vita non ha fine, la morte è solo una porta verso altre vite, verso altri percorsi evolutivi e quindi se anche il kamikaze avesse questa visione spirituale del tutto, anche lui non andrebbe in altro luogo che non in quello di un’altra vita terrena.

        Mi piace

      • 🙂
        la morte è solo l’inizio…
        di un nuovo percorso, del ns io ,
        senza il peso e le preoccupazioni che ci da il corpo…
        saremmo finalmente noi stessi – senza fronzoli senza maschere…-
        come meglio avremmo speso la ns vita non ci garantirà
        ricompensa o punizione
        ma forse sarà l’elemento decisivo del tempo con cui impiegheremmo ad arrivare nella nuova dimensione.
        -tempo- che immagino circoscritto solo nel lasso necessario affinchè la ns anima passi oltre, perchè poi nell’eternità la parola tempo non ha piu’ significato:-)

        Mi piace

  1. Tutte le religioni hanno una forma di giustizia alla quale si attengono, ma tutte sono finalizzate all’amore che è un sentimento innato nella specie umana. Ovviamente chi non si attiene alle regole dettate dalla propria religione dovrà essere punito.
    In tal modo si va dalla legge del taglione islamica alla legge del perdono cristiana; tutto si basa sulla gravità del fatto commesso e la relativa punizione da comminare.
    Senza togliere il modo di vedere delle altre confessioni, sarei propenso a considerare il cristianesimo una verità in senso assoluto, perché collaudata più di duemila anni fa da Cristo che ci ha mostrato quale sia la via, la verità e la vita.
    Il giorno che ci presenteremo davanti a Dio, egli non ci chiederà se siamo andati sempre a messa, oppure quanti soldi abbiamo infilato nel bussolotto del parroco, ma quanto e come abbiamo amato durante la nostra esistenza…
    Così, come ha detto Cristo in persona, saremo giudicati con lo stesso metro che avremo usato nei confronti del nostro prossimo: se saremo stati stai misericordiosi, otterremo misericordia per i nostri peccati; contrariamente se non lo saremo stati, saremo chiamati a pagare le nostre colpe fino all’ultimo spicciolo.
    L’amore, infatti si basa sulla giustizia dell’amore, che è completamente diversa dalla giustizia come la intendiamo noi mortali.

    Mi piace

  2. Secondo me sono solo fanataci a cui è stato fatto il lavaggio del cervello…come una ragazzina islamica che avevo in comunità di minori protetti e sognava un marito geloso, opressivo che la picchiasse perchè solo così le avrebbe dimostrato che l’amava…
    Si fanno esplodere e non sanno manco lorò perchè…dove vanno? Piuttosto dove vanno i poveretti che capitano dove loro si fanno esplodere..ecco per me quelli vanno in paradiso e loro poveri disgraziati…non lo riesco ad immaginare

    Mi piace

    • Troppo semplicistico definirli “fanatici”. Sono persone che seguono il Corano alla lettera e non sono né più né meno diversi da qualsiasi altro integralista di qualsiasi altra religione. La promessa del paradiso e di 72 mogli è il premio per la donazione della propria anima.
      Starei attento a generalizzare troppo, soprattutto quando si ha a che fare con culti religiosi diversi da quelli che reputiamo “normali”.
      Le guerre sante portate avanti in nome dell’evangelizzazione non sono molto diverse dalle immolazioni di massa.

      L’uomo ha una brutta abitudine, dimenticare troppo facilmente le crudeltà del passato per accanirsi su quelle odierne. Per comprendere il mondo attuale bisognerebbe andare indietro nel passato e forse non si chiamerebbero più “fanatici”.

      Mi piace

  3. RIPORTO I COMMENTI SCRITTI DA VOI SU FB.. COSI QUI ME LI TROVO RIUNITI E POI VI LEGGO CON ATTENZIONE..ORA DEVO SCAPPARE 😦

    Eleonora Raiano Ma che paradiso!!!!!! All’inferno è li…il loro posto ideale!!!!!4 ore fa ·
    Franco Tonelli Eleonora…ne sei davvero convinta?
    Zrcadlo Russo non l so, se vanno in paradiso o all’inferno… non so nemmeno dove andrò io… temo all’inferno
    .Franco Tonelli Zrcadlo… Amare piace a tutti, ma amare un tuo nemico è il vero amore. Pensaci, perché se riuscirai le porte degli inferi non prevarranno mai!…CORAGGIO!
    ….Zrcadlo Russo magari avessi il dono di amare così tanto… io provo tanta invidia e tanta rabbia… oltre ai desideri della carne, sempre presenti…
    Franco Tonelli Infatti essere cristiani non è facile, ma se intraprendi questa strada riconoscendo quanto sei debole, l’aiuto ti verrà dato nella misura in cui desideri volerlo veramente fare…Nulla è impossibile a Dio!
    ….Raffaella Razzini Secondo me sono solo fanataci a cui è stato fatto il lavaggio del cervello…come una ragazzina islamica che avevo in comunità di minori protetti e sognava un marito geloso, opressivo che la picchiasse perchè solo così le avrebbe dimostrato c…he l’amava…
    Si fanno esplodere e non sanno manco lorò perchè…dove vanno? Piuttosto dove vanno i poveretti che capitano dove loro si fanno esplodere..ecco per me quelli vanno in paradiso e loro poveri disgraziati…non lo riesco ad immaginare
    Eleonora Raiano Rispondo a Franco convinta non sono però anche se da fede cristiiana non dovrei dire, me lo auguro che ci vadino, perchè arrivare a commettere queste assurdità che coinvolgono la morte di tantissime persone non lo accetto e non posso perdonare

    Mi piace

  4. Namastè, scusa della mia assenza in questi giorni, avevo un sacco di cose da fare. In tanto ti auguro un sereno fine settimana. Mitakuye Oyasin, ti abbraccio con sincera amicizia Rebecca .

    Mi piace

  5. Dio è una necessità interiore che accomuna tutti gli uomini a prescindere dal suo nome,ma sono daccordo che nella sua essenza è uno solo, Quindi se il gesto del kamicaze è male non andranno in paradiso, anche perchè certi fanatismi estremi non sono dettati da nessun dio, ma dalla umana stoltezza che approfitta di queste menti deboli per indurle a un gesto folle, che oltre all’autodistruzione crea disordini e inutili morti.Non dobbiamo comunque dimenticare che la misericordia di Dio è infinita e magari se avremo la fortuna di andare in paradiso, incontreremo lì queste anime, accanto alle vittime della loro sconsiderata ferocia. Un abbraccio, Maria.

    Mi piace

  6. Secondo la loro religione vanno nel loro Paradiso. Secondo altre religioni siccome uccidono delle persone con la loro azione suicida, non dovrebbero proprio avere i requisiti per entrarci. Il punto di vista è diverso appunto, se tu chiedi così in generale è ovvio che ognuno avrà un suo punto di vista. Ma io mi soffermerei sul loro punto di vista piuttosto che sul nostro, perchè anche noi magari facciamo delle cose che per la religione musulmana non sono accettate. Io proprio due settimane fa ho finito di leggere un libro di Yasmina Kadra dal titolo “L’ATTENTATRICE” e consiglio a tutti di leggerlo, perchè qualsiasi giudizio noi possiamo dare su questa azione così grave ( che anch’io condanno ovviamente) bisogna conoscere le motivazioni psicologiche e sociali che spingono queste persone “normali” e sottolineo normali, a fare una simile azione estrema. Non dimentichiamoci anche che secoli fa i cristiani facevano lo stesso con persone di religione diversa, precisamente musulmani, durante le guerre sante, solo che loro non usavano bombe, tutto qua, e allora non facevano notizia perchè non esisteva ancora la tv nè internet. Dal loro punto di vista facevano una cosa giusta ma il risultato era sempre la morte di altre persone innocenti. Purtroppo le persone giudicano male chi è diverso da noi solo perchè non sono abbastanza informate. Se prendiamo infatti, come esempio, la religione cristiana e musulmana, esse hanno moltissimi punti in comune, eppure l’una e l’altra si fanno la guerra da sempre, anche se non più apertamente. Anche la religione ebraica ha molti punti in comune con la cristiana e la musulmana, eppure anche loro si fanno la guerra tra di loro. Io auspico un mondo in cui la religione non esiste così almeno si eviterebbero tante morti di innocenti, tante guerre e anche tanti dilemmi. L’Amore dovrebbe vincere su tutto, che sia amore cristiano o musulmano, l’amore sempre quello è, peccato che le persone lo chiamino in modo diverso e questo invece di avvicinare le allontani. E comunque prima di mandare gli altri all’inferno ( usando molto amore cristiano) bisogna guardare ai propri peccati e alle proprie mancanze, perchè a giudicare gli altri siamo tutti bravi ma una mano sulla coscienza sono pochi a mettersela. Quindi consiglio anche a molte persone di non essere così negative coi propri ” fratelli” e di “AMARE I PROPRI NEMICI”, così come ha detto qualcuno che credo conosciate bene. Una buona domenica a tutti, cristiani, ebrei, musulmani, atei, evangelisti, …..e spero che si possa sempre trovare un motivo di incontro e non di scontro 🙂

    Mi piace

  7. …emh.. sn un pò stanca me vediamo se riesco a farmi capire…
    le diversità sulle religioni le facciamo noi uomini…
    Dio è unico … x tutti….
    GIUSTO?
    quindi se un giorno al cospetto di Dio si troverà un Kamikaze,
    secondo voi non lo accoglierà a braccia aperte?
    poichè è stato un buon fedele, perchè ha fatto e ha seguito quello che le sue tradizioni e il suo ambiente gli hanno insegnato…
    cioè di dare anche la vita x il proprio DIO, quindi credendo di essere el giusto ,si è reso complice di gesti inauditi, ma solo xkè è nato e cresciuto li…. ( occorre avere fortuna anche ad avere il posto giusto di nascita, pensateci bene…:-) )
    cosi sbagliando nel credere che immolarsi x il proprio Dio fosse cose buona e gradita, compie gesti inauditi…. ma io, voglio sperare che perdendosi negli occhi di Dio, possa capire che Dio apprezza chi offre la sua vita in suo nome, ma che forse fare il kamikaze non era proprio ciò che intendeva,….

    non so se ho coniugato i verbi nel modo giusto… uffi…sn stata interrota tre volte al telef m e mi hanno fatto perdere l’ispirazione della continuità del pensiero che mi aveva illuminata…pardon un bacione a tutti e felice settimana e dolce notte

    Mi piace

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.