Come consolare gli afflitti


(Agata Fernandez Motzo, Mio tutto oltre la morte)

Se non trovo altro modo, si può consolare una persona anche col silenzio, con la sola presenza, purché si faccia con amore: basta un sorriso che esprima la dolcezza della comprensione. Meglio se il silenzio è accompagnato dalla preghiera del cuore.

Annunci

6 pensieri su “Come consolare gli afflitti

  1. La presenza è quella che manca a molte persone oggi. Chi non riesce a fermarsi un attimo o è pieno di pensieri non può dare l’amore necessario alla consolazione. Una mente piena di sè e piena di problemi è difficile che riesca a donare il silenzio. Troppe corse oggi, troppa fretta, troppe assenze 😦

    Mi piace

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.