holyWeen


HOLYWEEN: the original “Made in Jesus”

Ho scoperto tramite Facebook e l’informatissimo don Mario German un’iniziativa davvero originale. Si chiama HolyWeen e consiste nell’esporre immagini di santi nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre per contrastare con immagini di luce le tenebre della pagana Halloween.

Ecco come spiega l’iniziativa, cui ho aderito, l’apposita pagina su FB:

Festeggiare una tradizione pre-cristiana o provare uno stile “made in Jesus?” Preferisci una celebrazione celtica portata in auge dai media per fare profitto o dare un senso alla costellazione di santi che illumina il nostro percorso?

Rompiamo le righe! Tutti si vestono con abbigliamenti “funerei”, vestiamo invece le nostre città con i volti dei santi : radio e Tv si stanno interessando di questo evento, inconsueto e in controtendenza rispetto alle mode dettate oltreoceano!

La proposta è semplice: riscopri i santi della tua parrocchia (quelli a cui è intitolata la chiesa parrocchiale e che han fondato la fede e le tradizioni della comunità) leggendone la storia e divulgandola ai gruppi di catechesi (giovani e adulti) oppure rispolvera i santi significativi per i giovani del nostro tempo. Poi divulga l’immagine tappezzando di volti di Santi la nostra città; sui balconi, sulle vetrine dei negozi, sulle facciate delle chiese e sulle porte delle case: invece di vestire noi stessi “celebrando” la morte, vestiamo i nostri spazi rendendo omaggio alla Vita! I volti dei Santi sono la più bella faccia del nostro Paese ed è un autentico spettacolo camminare per città e paesi “guardati” da tutti questi testimoni della fede. I giorni 30/10, 31/10 e 01/11 chiunque può aderire, semplicemente esponendo un poster o un’ immagine dove meglio preferisce, in modo che tutti possano vedere non zombi ma Santi.

L’iniziativa è già stata sperimentata negli scorsi anni, riscuotendo successo. «Vogliamo tappezzare le città di volti di bellezza – spiega don Andrea Brugnoli, iniziatore di questa proposta -; di fronte ad un mondo abitato da mostri e in una notte dove tanti giovani flirtano con l’horror, noi vogliamo mostrare l’immagine più bella delle nostre terre: i volti dei suoi santi». I più appesi? Lo scorso anno vinse Padre Pio, mentre il precedente Giovanni Paolo II, sempre incalzati da Madre Teresa e da don Bosco. Ma appaiono talvolta anche santi non beatificati come Benedetta Bianchi Porro o Giovanni Paolo I, il papa del sorriso. Gli scorsi anni il successo è stato eclatante: numerose diocesi italiane hanno adottato l’iniziativa. Qualche vescovo ha addirittura scritto ai fedeli invitandoli ad appendere volti di santi ovunque. In molte città sono state organizzate persino marce, veglie di preghiera e adorazioni. Un modo per salvare la vigilia del primo di novembre dagli assalti delle mode trasgressive e neopagane dei culti celtici. «Roba da adolescenti, – dice don Andrea – ma che produce ogni anno un fatturato enorme per chi ci guadagna e che porta nelle città molto disordine e lascia alla fine un tappeto di schifezze, sempre sulle spalle dei ragazzini che ci cascano». Queste notizie provengono dal sito Sentinelle del Mattino dove si trovano anche immagini sacre da scaricare e appendere.

Le reazioni da parte cristiana alla festa di Halloween, ormai in auge anche in Italia e festeggiata anche in ambienti e scuole cattoliche, sono svariate. Negli USA, paese da dove questa usanza è stata importata, ci sono da anni iniziative anti-halloween per la sera del 31 ottobre. Una cosa, però, è da dire. Negli Stati Uniti Halloween  sostituisce per i bambini il nostro carnevale ed essi si mascherano con costumi di ogni genere (principesse, supereroi ecc.). Qui, invece, abbiamo importato solo il macabro e il tenebroso, la feccia direi. Qui Halloween diventa occasione per i ragazzini di scatenarsi e imbrattare muri e vetrine. Per gli adulti non so perchè non partecipo, ma il richiamo dell’occulto del divertimento estremo è evidente.

Annunci

9 pensieri su “holyWeen

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.