si spara a 17 anni


mi chiedo cosa passa nelle menti di questi bambini di oggi
è notizia di oggi purtroppo che un ragazzino di appena 17 anni della mia città
è morto dopo che ieri si è sparato un colpo di pistola alla testa in casa propria,
la pistola era detenuta regolarmente dal padre, lui è entrato in camera da letto dei genitori hac chiuso la porta e si è sparato , nella stanca accantoera presente la madre e quando ha sentito lo sparo ha aperto la porta e l’ha trovato in una pozza di sangue.
motivo del folle gestopare che sia stata una delusione d’amore.
sul suo profilo di fb c’è scritto “mi ha lasciato, sono disperato, mi sparo”.
porgo le mie condoglianze ai genitori e mi porgo una domanda ma la pistola era chiusa a chiave? magari se non la trovava cosi presto ci ripensava
e poi senza voler giudicare ma con risentimento perchè vorrei capire mi chiedo ma possibile mai che un bambino di 17 anni pensi di aver sofferto tanto nelle propria vita ad arrivare al punto di pensare di voler morire?
possibile che noi adulti stiamo diventando dei falliti totali perchè non siamo in grado di forticarli e responsabilizzarli per maturarli nel modo corretto ad affrontare le tempeste della vita?
lui è morto, i genitori ora vivono in una tragedia e la ragazzina coinvolta avrà un fardello da portare con se per tutta la vita.
mi chiedo se tutto ciò si poteva evitare
e penso di si
la mia rabbia mi fa urlare a gran voce
” ragazzi, cactus date il giusto peso alle cose, non agite mai d’impulso, non esiste nulla che non può avere soluzione, i problemi vanno affrontati e risolti non serve pestare i piedi per terra per fare i capricci come bimbi dell’asilo, a quattordici anni già vi sentite grandi: volete le vostre libertà, la vostra paghetta, poter dire, poter fare, ma poi in realtà arrendendovi cosi a gesti estremi dimostrate solo di non aver capito niente della Vita.! parlate di piu’ con i vostri genitori, o con gli amici – cercate un contatto umano sviscerate quello che vi frulla per la testa: date voce alle emozioni che pensate di vivere e quasi per incanto sentendovi parlare voi stessi vi accorgerete della nullità della questione -ed allora verrà il momento di una pizza, di un gelato, di un film per riconciliarvi con il mondo intero.”angelodellamorte

7 pensieri su “si spara a 17 anni

  1. La ex fidanzata di Mario A. minaccia suicidio
    „Alla notizia la giovane è scappata e ha mandato un sms alle amiche dicendo di volersi togliere la vita. A quel punto le amiche hanno avvertito gli investigatori e dopo alcune ore di ricerche, la sedicenne è stata rintracciata su una panchina in piazza Pallavicini nella zona di Certosa.“

    "Mi piace"

  2. … oggi viviamo in un periodo di altissima criminalità… la cinemaficton ci fa vedere uno che muore.. poi lo rivediamo in un’altro film… i ragazzi d’oggi sono tv dipendente.. internet pendente.. e lontano dalla realtà della vita vera… a volte nemmeno i genitori sanno cosa fanno i figli nel tempo libero.. in casa manca il dialogo.. la vita quotidiana e frenetica.. poi questi ragazzi non trovano più la uscità nella realtà.. poi succedano cose cosi.. sono molto dispiachiutta… Pif (non clicco mi piace)

    "Mi piace"

  3. è difficile poter giudicare……ma credo che questo clima di frustazione, questo lamentarsi di continuo di tutto…..da l’idea a questi giovani che questa vita non vale poi molto…… 😦

    "Mi piace"

  4. Il disagio giovanile è uno dei sintomi più allarmanti della nostra società… è segno che i ragazzi si sentono abbandonati a sé stessi, magari accontentati in tutti i loro bisogni materiali ma senza quello che conta davvero, e cioè un adeguato supporto psicologico… le famiglie ormai sono spesso poco presenti, perché hanno la convinzione che basti comprare al figlio un nuovo iPhone per farlo sentire bene… il risultato è che questi ragazzi crescono così fragili da crollare al minimo soffio di vento… ci vorrebbe più dialogo… ci vorrebbe più amore, e soprattutto più valori.
    Buona serata Rosa, ti abbraccio ♥

    "Mi piace"

  5. che dire????? io come ex insegnante,madre e nonna penso di aver dato tanto ai miei ragazzi,ma forse oggi tutto questo non basta più,vedo ragazzi disorientati,che non sanno che scuola scegliere,non studiano…. pur avendo famiglie normali alle spalle…è un vero declino..sono convinta che dovremmo parlare tra noi adulti di queste cose per aiutarli…l’unione fa la forza….

    "Mi piace"

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.