Corpus Domini e Bolsena


in occasione di questa festa religiosa vi racconto  di quando  nel 2003 abbiamo visitato la chiesa di santa Cristina a Bolsena…tutto è incominciato quando mio cugino facendo ricerche su internet scoprì che  in italia c’è + di un paesino chiamato santa cristina…la curiosità è nata xkè i mei genitori sono nati a santa cristina d’aspromonte e tutti  i nostri parenti vivono ancora lì…x farla breve, egli si mise in contatto con il parroco della chiesa il quale offri’ immediatamente una statua della Santa in grandezza naturale…
cosi’ mio cugino affittò un furgoncino  e partì per Bolsena.
Il parrroco fu di parola e  regalò la rarissima statua che ora dimora nella chiesa matrice del nostro paese….in seguito a tutti questi eventi come non potevo andare a visitare la chiesa di santa Cristina e il duomo di Orvieto?…un ‘esperienza forte ed emozionante…
peccato solo troppo veloce x i mei gusti…simona era piccolina e poco entusiasta delle tappe che mamma aveva organizzato…e darle man forte c’era anche il papi che con tanta disponibilità  e un sorriso ci aveva portato…ma che poi teneva “compagnia” a simona fuori, o in giro x le gelaterie..dato il caldo…
comunque mi sono ripromessa di tornare  fermarmi un pò e assopararmi meglio il luogo.
ora riassumo in breve il senso della festa:
La solennità del Corpus Domini (espressione latina che significa Corpo del Signore) è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica chiude il ciclo delle feste del dopo Pasqua e vuole celebrare il mistero dell’Eucaristia
La festa del Corpus Domini celebra il miracolo di Bolsena, avvenuto nel 1263. Le più antiche cronache ci parlano di un sacerdote boemo, cui la tradizione dà il nome di Pietro da Praga, il quale in quel tempo di controversie teologiche sul mistero eucaristico fu assalito da dubbi sulla reale presenza di Cristo nel pane e nel vino consacrato. Per trovare finalmente pace, risolse nel suo animo di intraprendere un lungo pellegrinaggio di penitenza e meditazione alla volta di Roma per pregare sulla tomba di San Pietro. Dopo aver pregato sulla tomba del principe degli apostoli, rinfrancato nello spirito riprese il viaggio di ritorno verso la sua terra. Lungo la via Cassia, si fermò a dormire a Bolsena nei pressi del chiesa di Santa Cristina e per ringraziare Iddio, il mattino seguente, chiese di celebrare la S. Messa. Durante la celebrazione, dopo la consacrazione, alla frazione dell’Ostia, apparve ai suoi occhi un prodigio al quale da principio non voleva credere. Quell’Ostia che teneva tra le mani era diventata carne da cui stillava miracolosamente abbondante sangue. Impaurito e nello stesso tempo pieno di gioia cercò di nascondere ai rari presenti quello che stava avvenendo: concluse la celebrazione, avvolse tutto nel candido corporale di lino usato per la purificazione del calice che si macchiò immediatamente di sangue e fuggì verso la sagrestia. Ma durante il tragitto alcune gocce di sangue caddero sul pavimento tradendo la segretezza del prodigio.
Annunci

2 thoughts on “Corpus Domini e Bolsena

  1. Pingback: corpus domini | Parrocchia "Nostra Signora della Neve" ♦ Bolzaneto ♦

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...