Una chicca su Palazzo Ducale


Alzando lo sguardo sulla sommita’ della facciata di Palazzo Ducale, si notano le statue di otto personaggi incatenati: i nemici storici della Genova che vince ed imprigiona. Da destra, il primo è il pirata Mugiahid che fece scorribande all’inizio dell’anno mille nei possedimenti di Luni e di Sardegna. I genovesi gli massacrarono la famiglia e gli confiscarono tutti gli averi in collaborazione con i pisani, con i quali, quando ci fu da dividere il bottino, furono scintille. Il secondo è Giacomo Marsano, fatto prigioniero con il re d’Aragona nel 1435 all’Isola di Ponza. Segue il pirata Dragut, catturato in Corsica da Giannettino Doria. Pare fosse particolarmente “simpatico” alla di lui moglie. Segue l’Ammiraglio di venezia Pisani, sconfitto astutamente nel Peloponneso da quel corsaro di Pagano Doria. Vicino, troviamo Enrico d’Aragona, collegato alla vicenda del Marsano. Segue Alberto Morosini, sconfitto nella Battaglia della Meloria ed infine Giacomo Lusignano, re di Cipro, che rimase nelle carceri liguri un decennio intero. La realizzazione di queste statue è databile intorno alla seconda meta’ del XVIII secolo, ad opera degli scultori Traverso e Ravaschio.

 da internet

4 pensieri su “Una chicca su Palazzo Ducale

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.