ricordiamo 08 maggio 1945


1945: Con la resa incondizionata del Terzo Reich, finisce formalmente la guerra in Europa. Il Giappone si ritira ovunque ma non si arrende. Con la fine della guerra termina l’incubo dello sterminio per il popolo ebraico e non solovittime del genocidio

Nazione Popolazione Ebraica nel 1939 Vittime del genocidio % popolazione Ebraica
Paesi Baltici 244.000 244.000 100%
Grecia 74.000 73.000 99%
Polonia 3.500.0000 3.300.0000 94%
Austria 60.000 53.000 88%
Germania 240.000 207.000 86%
Cecoslovacchia 315.000 271.000 86%
Yugoslavia 75.0000 63.000 84%
Olanda 140.000 104.000 74%
Belgio 90.000 50.000 56%
Norvegia 2.000 1.000 50%
Ungheria 400.000 200.000 50%
Romania 800.000 370.000 46%
Italia 50.000 17.000 34%
Francia 270.000 70.000 26%
Danimarca 6.500 1.000 15%
Russia 3.000.000 420.000 14%
Bulgaria 50.000 3.000 6%

Circa 5.000.000 furono le vittime dei campi di concentramento internati per cause diverse dall’essere ebreo:

oppositori politici: socialisti, comunisti, anarchici, e democratici antifascisti di tutta Europa, italiani, tedeschi, francesi ma soprattutto polacchi e cecoslovacchi, prigionieri di guerra catturati dalla Wermacht, l’esercito tedesco, prigionieri di guerra ‘speciali’, omosessuali maschi, emigranti apolidi (in realtà chi aveva chiesto asilo alla Germania, ma non era gradito al regime nazista), i Testimoni di Geova, gli “antisocoali”, vagabondi, mendicanti, venditori ambulanti, prostitute e lesbiche, malati di mente e disabili, Zingari.

dal web

Annunci

4 thoughts on “ricordiamo 08 maggio 1945

  1. Buongiorno cara Rosa, credo che sia giusto a riccordare le vittime delle guerre e del olocausto, ma la cosa più fondamentale è ricordare quanto l’uomo somiglia ad una bestia ferroce.. ogni anni ci ricordiamo a queste cose, ma poi alla fine non è cambiato nulla, anzi la bestia umana uccide in continuazione sterminiamo tanti popoli ogni giorno di cui non c’è un giorno di ricordare.. allora vuol dire poi alla fine il nostro comprtamento non è cambiato.. lascio qui una riflessione di una guerra recente quella della bosnia, da una lettera di una bambina alla sua amica.. “Cara Mimmy,
    come mai i popoli vanno in guerra? Come mai nonostante ci sia l’ONU le guerre continuano? Perché chi fa la guerra non capisce che ferisce i sogni della gente , non capisce che le donne incinte
    potrebbero perdere una creatura non ancora nata, non capisce che priva la libertà di tutti e soprattutto i diritti dei bambini? Cara Mimmy credo che la guerra non serva e che bisogna risolvere i problemi discutendo. Povera Zlata! Non ha potuto vivere un’infanzia normale come tutti i
    bambini…quando penso ai combattimenti…io vorrei fare qualcosa, ma non so cosa. A volte penso che possa arrivare anche da noi una guerra … se perdessi i miei familiari e i miei amici …questo non lo accetterei mai. Mimmy ho tanta paura. Ciao tua Giorgia”… Pif

    Mi piace

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...