Il culto dei morti


IL culto dei morti esiste fin dalla preistoria, recarsi al cimitero dai propri cari è segno di ricordo, rispetto e continuità con un legame che la morte fisica non spezza di certo.

Evidentemente non è per tutti così. Forse non tutti ricordano che un giorno anche noi prenderemo quel posto . Ho conosciuto persone  tra cui famigliari e carissimi amici che si sono riempite la bocca  con frasi di circostanza per farmi coraggio quando è mancata Martina e poi il mio papà; persone che mi assicuravano la loro vicinanza, che mi hanno promesso visite ai miei cari che in tutti questi anni non sono mai state fatte. Mio padre, e mia figlia non hanno bisogno del loro fiore, perché loro vivono in coloro che li amano. Ma quando mi sento dire “poi un giorno dimmelo che andiamo da tuo papà ” mi sale la merda al cervello. Io?, ti devo chiamare? Ti devo pregare pagare e portare? Ma sei fuori!!!! Se hai piacere muovi il culo e vai, se vuoi dimostrare il bene che gli volevi agisci, vai e fai senza dire… Caro amico, ti ho mai detto niente di ciò che faccio io? 

Non importa, ma volevo farti sapere che anche se taccio le cose le noto, il finto buonismo non lo tollero. Amo e stimo le persone per i fatti e non per le parole.

Pensi di essere stimato? Fatti un esame di coscienza. 

One thought on “Il culto dei morti

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...