ciao Rino Gaetano


2 Giugno 1981 – Il cantautore Rino Gaetano muore a seguito di un incidente stradale. Soccorso da un’ambulanza, il ricovero viene rifiutato da ben 4 ospedali di Roma, quando il cantante arriva al Policlinico Gemelli è ormai troppo tardi.
Anni prima Rino Gaetano aveva scritto una canzone dal titolo “La Canzone di Renzo” mai pubblicata. Il testo parla di un ragazzo che ha un incidente stradale e muore perchè negli ospedali in cui l’ambulanza lo porta non c’è posto.
La ballata di Renzo:
Quel giorno Renzo uscì, andò lungo quella strada e una Ferrari contro lui si schiantò il suo assassino lo aiutò e Renzo allora partì verso un ospedale che lo curasse per guarìr. Quando Renzo morì io ero al bar La strada era buia si andò al San Camillo e lì non l’accettarono forse per l’orario si pregò tutti i Santi ma s’andò al San Giovanni e lì non lo vollero per lo sciopero Quando Renzo morì io ero al bar era ormai l’alba andarono al Policlinico ma lo si mandò via perchè mancava il vicecapo c’era in alto il sole si disse che Renzo era morto ma neanche al Verano c’era posto Quando Renzo morì io ero al bar, al bar con gli amici bevevo un caffè.  dal web

Annunci

9 thoughts on “ciao Rino Gaetano

  1. La ballata di Renzo è fantastica,Rino è stato e continua ad essere uno dei più grandi cantautori italiani,purtroppo come tutti i grandi è stato bistrattato dai critici.io trovo le sue canzoni di un’attualità mostruosa.

    Mi piace

  2. Proprio mezz’ora fa, in macchina ho ascoltato Radio margherita nella canzone “nun te reggae più” – e li’ non lo accettarono per l’orario..”, come accade a Rino Gaetano stesso , che fu rifiutato da cinque ospedali.
    Mi piace molto “mio fratello figlio unico” -“come sarebbe a dire? pensavo allora….” Ciao Rosa 🙂

    Mi piace

    • Leggo nel tuo profilo “ho una malattia che si chiama “mare”… a chi lo scrivi, anche io..godo della stessa malattia, e soffro d’inverno, di crisi di astinenza. Oggi pomeriggio, forse, il primo bagno. Ciao 🙂

      Liked by 1 persona

      • Nemmeno io, fortuna che ce l’ho a un passo, davvero vicino: dodici chilometri, da ragazzo ci arrivavo in bici, nuotavo e me tornavo a casa. Oggi ho fatto la prima nuotata, mi mancava (l’ultima era il 22 ottobre- da noi in Sardegna e’ ancora Estate-. In inverno questo svago mi manca. Ciao 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...