Per entrare in paradiso


Un uomo andò in paradiso. Appena giunto alla porta coperta di perle incontrò S. Pietro che gli disse: “Ci vogliono 1.000 punti per essere ammessi. Le buone opere da te compiute determineranno i tuoi punti”.
L’uomo rispose: “A parte le poche volte in cui ero ammalato, ho ascoltato la Messa ed ho cantato nel coro”.
“Quello fa 50 punti”, disse San Pietro.
“Ho sempre messo una bella sommetta nel piatto dell’elemosina che il sacrestano metteva davanti a me durante la Messa”.
“Quello vale 25 punti”, disse San Pietro.
Il pover’uomo, vedendo che aveva solo 75 punti, cominciò a disperarsi.
“La domenica ho fatto scuola di Catechismo – disse – e mi pare che sia una bella opera per Iddio”.
“Sì – disse san Pietro – e quello fa altri 25 punti”.
L’uomo ammutolì, poi aggiunse: “Se andiamo avanti così, sarà solo la Grazia di Dio che mi darà accesso al paradiso”.
San Pietro sorrise: “Quello fa 900 punti. Entra pure”.

Smettiamola di voler accumulare i cosiddetti “punti Paradiso”: se siamo salvi, è prima di tutto per Grazia di Dio! La stessa Grazia, ci ispiri stupore per un amore così grande, e desideri buoni, di vera conversione, di autentica carità, per puro amore di Dio, non per aspettarci un contraccambio nell’aldilà

flor_estrelaflor_estrelaflor_estrelaflor_estrela

Annunci

5 pensieri su “Per entrare in paradiso

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.