La carta e l’inchiostro


Un foglio di carta , che stava sopra ad una scrivania insieme ad altri fogli uguali a lui, si trovò, un bel giorno, tutto pieno di segni. Una penna, bagnata di nerissimo inchiostro, aveva tracciato su di lui molti disegni e parole.
– Non potevi risparmiarmi questa umiliazione? – disse risentito il foglio di carta all’inchiostro. – Tu mi hai sporcato con il tuo nero d’inferno, mi hai rovinato per sempre!-
– Aspetta – gli rispose l’inchiostro. – Io non ti ho sporcato, ma ti ho rivestito di simboli. Ora tu non sei più un foglio di carta, ma sei un messaggio. Tu custodisci il pensiero dell’uomo, sei diventato uno strumento prezioso. –
Infatti, di lì a poco, rimettendo ordine sulla scrivania, qualcuno vide quei fogli sparsi e li radunò per buttarli nel fuoco. Ma, all’improvviso, si accorse del foglio “insudiciato” dall’inchiostro: e perciò buttò via gli altri e rimise al suo posto quello che portava, ben visibile, il messaggio dell’intelligenza.

Da Favole, Fo.III. 27 r. in Leonardo da Vinci.

tutto muscoli e niente cervello


il detto comune… ora nn si può piu’ dire- secondo gli ultimi studi giapponesi ed americani, si è dimostrato che l’attività fisica prova un piccodi movimento di sangue al cervello che crea cosi nuove cellule cerebrali. quindi incredibile ma vero ora possiamo sognare un lui muscoloso, sveglio e con attività cerebrale attiva!!!! e che vogliamo di piu’ dalla vita? … un lucano??

ti stimo ♥♥♥


 

Nel linguaggio comune, la stima è genericamente la valutazione che si dà ad una cosa secondo il suo valore oppure l’opinione positiva che si ha di una persona.
quanto è bello sentirsi dire
<<…ti stimo….>>
anche se in fondo si è ben consci di nn essere  migliori, nè speciali , nè diversi…
è bello sentirselo dire ancor di piu’

quando è una sensazione che la si prova  anche nei confronti di chi ce la dona
Di solito a questo mondo, se si riscuote un po’ di stima,
è per qualche cosa che non si merita affatto.
(George Orwell)

Protected by Copyscape DMCA Plagiarism Scanner

La stella alpina ♣


Una volta, tanto tempo fa, una montagna malata di solitudine piangeva in silenzio.

Tutti la guardavano stupiti: i faggi, gli abeti, le querce, i rododendri e le pervinche.

Nessuna pianta però non poteva farci niente, poiché era legata alla terra dalle radici.

Così neppure un fiore sarebbe potuto sbocciare tra le sue rocce.

Su dal cielo, se ne accorsero anche le stelle, quando una notte le nuvole erano volate via per

giocare a rimpiattino tra i rami dei pini più alti, una di loro ebbe pietà di quel pianto e, senza speranza

scese guizzando dal cielo. Scivolò tra le rocce e i crepacci della montagna,

finché si posò stanca sull’orlo di un precipizio. Brrr!!!… Faceva freddo ..

Era stata proprio pazza per aver lasciato la serena tranquillità del cielo!

Il gelo l’avrebbe certamente uccisa… Ma, la montagna corse ai ripari,

grata per quella prova d’amicizia data col cuore. Avvolse la stella con le sue mani di roccia

in una morbida peluria bianca. Quindi, la strinse legandola a sé con radici tenaci…

E quando l’alba spuntò, era nata la prima Stella Alpina…images (1)

 

 

 

sulla via di damasco


oggi ricorre la festa della conversione di San paolo, io ero solo a conoscenza della commemorazione del suo martirio che viene celebrato a giugno.
Quindi oggi imparerò a ricordarlo x il presunto giorno che mentre percorreva la via di Damasco progettando ancora minacce e stragi contro i discepoli del Signore, Gesù in persona gli si manifestò glorioso affinché, colmo di Spirito Santo, annunciasse il Vangelo della salvezza alle genti, patendo molto per il nome di Cristo.

Un sondaggio tutto particolare sulla fame nel mondo…


da:

La FAO ha commissionato un sondaggio su scala mondiale.
Il sondaggio è basato sulla seguente domanda:
– Dica onestamente qual è la sua opinione sulla scarsità di alimenti nel resto del mondo.

Questo è il risultato:

Gli europei non hanno capito cosa sia la “scarsità”.
Gli africani non sapevano cosa fossero gli “alimenti”.
Gli americani hanno chiesto il significato di “resto del mondo”;
I cinesi, straniti, hanno chiesto maggiori delucidazioni sul significato di “opinione”.
Nel parlamento italiano si sta ancora discutendo su cosa significhi “onestamente”.

-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~ 

Invidia


L’invidia è il metro delle nostre insicurezze, del nostro fallimento, del nostro rammarico.
Quando si spezzano le catene, forgiati da questo peccato capitale,
 si scopre la gioia di condividere il bene del prossimo e
di non perdersi nel proprio assurdo egoismo.

Costa Concordia


era il venerdi del 13 gennaio del 2012 e  ricordiamo La Costa Concordia è stata una nave da crociera della compagnia di navigazione Costa Crociere, naufragata il 13 gennaio 2012 all’Isola del Giglio.

https://calogerobonura.wordpress.com/2012/01/15/naufragio-della-costa-concordia-la-testimonianza-del-messinese-giuseppe-lanzafame-che-accusa-il-comandante/

https://calogerobonura.wordpress.com/2012/01/24/costa-concordia-e-andrea-doria-e-le-loro-similitudini-e-differenze/

p_chan3

Pepe


Il pepe nero, o  bianco  è semplicemente lo stesso frutto a punti diversi di maturazione.

Pepe nero viene prodotto dal frutto acerbo della pianta di pepe. I frutti vengono sbollentati brevemente in acqua calda sia per lavarli che per prepararli all’essiccamento. La rottura della polpa, durante l’essiccamento, velocizza l’annerimento del grano di pepe. I grani vengono essiccati al sole, o con appositi essiccatoi, per diversi giorni durante i quali i frutti si disidratano e anneriscono. Una volta essiccati prendono il nome di pepe nero. 
Pepe bianco è dato dal solo seme del frutto. Si ottiene tenendo a bagno per circa una settimana il frutto del pepe. In questo modo la polpa si decompone e può facilmente essere eliminata. Rimosso il pericarpo, il seme viene essiccato. Processi alternativi sono usati per rimuovere la polpa dal frutto compresa la rimozione della pelle essiccata dal pepe nero.
Il pepe nero è il più diffuso, mentre il pepe bianco viene utilizzato soprattutto nella preparazione delle salse colorate, dove il nero della polpa rimarrebbe visibile.

mentre il pepe rosa è un falso pepe, perchè è il frutto o meglio la bacca di un arbusto sempreverde

questa spezie veniva usata anche nel medioevo come merce di scambio dato il suo grande valore.