Domenica Laetare ☺


Ci avviciniamo ormai a passi svelti verso la Pasqua. Questa domenica, IV di Quaresima, viene anche detta “in laetare”, dal latino: giore, rallegrarsi; sì, il popolo cristiano ha motivo di gioire per l’arrivo imminente della sua redenzione. La colletta ossia la preghiera d’introduzione di questa domenica, così recita: “O Padre, che per mezzo del tuo Figlio operi mirabilmente la nostra redenzione, concedi al popolo cristiano di affrettarsi con fede viva e generoso impegno verso la Pasqua ormai vicina.”
Si avverte questo senso di allegrezza per l’avvicinarsi della liberazione anche grazie alla simbologia liturgica: in questa domenica, infatti, al sacerdote è permesso indossare la casula “la veste sacra” di colore rosa anzichè viola, perchè al viola, colore che rappresenta la penitenza quaresimala, si può ora sostituire il rosa, colore meno cupo, più solare che cederà presto il posto al bianco sfolgorante delle domeniche di Pasqua.

Camminiamo, dunque, spediti verso il grande giorno della Resurrezione

barra5buona domenica

Annunci

4 thoughts on “Domenica Laetare ☺

  1. Ciao cara Rosa, si stiamo avvicinarsi alla pasqua.. ho iniziato a decorare la mia casa, e ho anche leggermente modificato mio blog (grafica) … questo anno non sento la pasqua forse per il fatto della neve e la pioggia… e poi ho la testa piena per Gianni… e sopratutto sono sempre stanca potrei dormire tutto il giorno :d bussi e buona serata 💋🌻

    Mi piace

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.