A cosa serve leggere la Bibbia?


C’era un ragazzo che viveva con suo nonno in una fattoria. Ogni mattina il nonno, che era cristiano, si alzava presto e dedicava del tempo a leggere le Scritture.

Il nipote cercava di imitarlo in qualche modo, ma un giorno chiese: «Nonno, io cerco di leggere la Bibbia ma anche le poche volte che riesco a capirci qualcosa, la dimentico quasi subito. Allora a cosa serve? Tanto vale che non la legga più!».

Il nonno terminò tranquillamente di mettere nella stufa il carbone che stava in una cesta, poi disse al nipote: «Vai al fiume, e portami una cesta d’acqua». Il ragazzo andò, ma ovviamente quando tornò non era rimasta acqua nella cesta. Il nonno ridacchiò e disse: «Beh, devi essere un po’ più rapido. Dai, muoviti, torna al fiume e prendi l’acqua». Anche questo secondo tentativo, naturalmente, fallì.

Il nipote, senza fiato, disse che era una cosa impossibile, e si mise a cercare un secchio. Ma il nonno insistette: «Non ti ho chiesto un secchio d’acqua, ma una cesta d’acqua. Torna al fiume». A quel punto il giovane sapeva che non ce l’avrebbe fatta, ma andò ugualmente per dimostrare al vecchio che era inutile, per quanto fosse svelto l’acqua filtrava dai buchi della cesta. Così tornò al fiume e portò la cesta vuota al nonno, dicendo: «Vedi? Non serve a niente!».

«Sei sicuro? – disse il nonno – Guarda un po’ la cesta». Il ragazzo guardò: la cesta, che prima era tutta nera di carbone, adesso era perfettamente pulita!

«Figlio, questo è ciò che succede quando leggi la Bibbia. Non capirai tutto, né ricorderai sempre ciò che hai letto, ma quando la leggi ti cambierà dall’interno. Dio lavora così nella nostra vita, ci raffina interiormente .

.


__,_._,___

7 pensieri su “A cosa serve leggere la Bibbia?

  1. Proprio così. A me non piaceva leggere il vangelo, preferivo libri di formazione ma questa lettura non cambiava la mia vita. Da quando ho iniziato a leggere il vangelo tutti i giorni, il mio cuore ed il mio modo di vivere e vedere le cose ha iniziato a cambiare. Ciao Rosa.

    "Mi piace"

  2. Ciao Rosa. Posso dire di averla in gran parte letta, avendo letto genesi, esodo, e il nuovo testamento, e per la parte non letta (la cosiddetta “storia sacra”, Davide, Salomone, Sansone,gedeone eccetera, ovviamente lo stesso Esodo) ho vedutot anti film biblici, e quando andavo a messa, mi portavo sempre a casa (l’ho fatto per molti anni) il messalino a dispense della Domenica, per leggere e imparare (anche prendendo degli appunti..), le “letture”, “dal libro del deuteronomio”, “dal libro dei proverbi”, “dal libro..”.. Posso dire quindi di averla in gran parte letta, specie il Nuovo Testamento, compresa l’Apocalisse, letta alcune volte. Posso dire di conoscerla un po’. Ma..dal punto di vista scolastico. Quanto ad averla capita…Beh, no davvero, specie in certi punti (Adamo ed Eva? La mela? L’Aca di Noe? “La resurrezione della carne”?…), Dubbi, e te ne ho anche esposti, in alcuni miei …lunghi commenti. “Leggere la Bibbia” e’ per me anche ripassare mentalmente passi che so a memoria, “isaia ha scritto la tal cosa..”. Questo pero’, al massimo mi emoziona (e’ gia’ qualcosa, suscistare sentimento…), ma la comprensione resta lontana. Ci sono cose come sai che si possono prendere alla lettera, come il libro dell’Esodo, la storia di Gedeone o la storia di Giuditta, Salomone eccetera (e’ storia). Altre cose proprio non si sa come interpretarle. Sono scettico su Adamo ed Eva per esempio, o almeno sulla interpretazioine letterale che, nell’attuale irak, sia esistita una prima coppia, da cui il genere umano (mentre ormai sappiamo che la specie umana mosse i primi passi in Africa, gia’ da qualche milione di anni fa e che l'”adamo” (l’uomo come noi), parti’ dall’africa per il mondo duecentomila anni fa almeno, e che l’uomo non fu creato seimila anni fa come anche la Chiesa credefa fino a che non arrivasse Darwin (quanta avversione, poveruomo 🙂 ). Oppure “che cosa sia invero il “peccato originale”, o cosa si intenda per “resurrezione del corpo”, o come vada inteso il “ritorno di Gesu’ sulla Terra”. La terra, sempre la terra, come se il resto del cosmo non contasse (?!!!). Dubbi….
    Scusami Rosa, so che tu intendi “capire la Bibbia” NON in senso scolastico”. Capisco, che anche se la si conoscesse a memoria, non la si capirebbe, giusto? Tu parli *giustamente di una trasformazione del cuore. Eh, qui la cosa si fa complicatina… Io ho sempre detto Rosa che se ci e’ voluto lo Spirito Santo per scrivere la Bibbia, lo S. S. ci vuole anche per capirla. Spero che in questo senso ispiri anche me, ne ho proprio bisogno…Ciao Rosa, buon weekend 🙂

    Marghian

    "Mi piace"

      • Certo che o, non si puo’ capire tutto. Io comunque ho sempre pensato che della Bibbia le parti che sono piu’ difficili da capire sono, e credo converai con me, sono la Genesi, e l’Apocalisse. “L’Esodo”, per esempio, o il libro dei Giudici,Salomone eccetera, e’ quasi come leggere un libro di storia antica. Quello che fa tribolare gli esegeti, da sempre, sono Genesi e Apocalisse (soprattutto). Chi avversava Darwin, ad esempio, non si riferica tanto alla storia di Mose’ o a quella di David quanto alla Creazione, e ci sono tante religioni cristiane proprio per dispute su questi due “libri”, iniziale e finale, della Bibbia, i piu’ carichi di simboli enigmatici. Appunto, difficili da capire.

        La mia attenzione? Come posso, Rosa, come posso vi seguo volentieri. Non ho tempo di niente (la persona sola che si deve fare tutto su utto insomma…e che e’ ancora al lavoro, e fuori paese, ci metto anche questo). Ciao, anche a te buon fine settimana Rosa 🙂

        Marghian

        "Mi piace"

      • “non si riferica”. Facebook mi piace perche’ posso fare “modifica commento”… qui se ne deve fare un altro per correggere…”non si riferiSca”, oh 🙂

        "Mi piace"

  3. Il racconto è simile a quello del bambino che col secchio cercava di svuotare il mare. Due discutevano sulla Trinità, ad un certo punto si interruppero ed uno dei due disse:”ehi, piccolo, pensi di svuotare il mare con quel secchiello?”. Il piccolo li guarda, lascia cadere il secchiello sulla sabbia e dice:”ho sentito di cosa parlavate, signori, e credetemi, e’ piu’ facile che io riesca a svuotare il mare con questo secchiello che riuscire a capire il mistero della Trinita’”.
    Ciao.

    "Mi piace"

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.