sabato 24 giugno 1497


tratto dalla rete

24 giugno 1497

Vespucci sbarca in America: il primo europeo a mettere piede sul suolo americano, Amerigo Vespucci la contende al collega e connazionale Giovanni Caboto, che nello stesso giorno toccò le sponde della Nuova Scozia, scoprendo di fatto il Canada; il primo, più a sud, sbarcò molto probabilmente in quella che è oggi la Colombia.

Cristoforo Colombo li aveva anticipati entrambi, ma pensava di essere sbarcato nel continente asiatico. Infatti il vero grande merito di quella prima spedizione di Vespucci, commissionata dal reFerdinando II d’Aragona, fu di prendere coscienza, per la prima volta, che ci si trovava di fronte a un Nuovo Mondo non collegato al continente asiatico. 

Un merito che gli valse l’onore di veder attribuito il proprio nome a quel continente inesplorato e ricco di fascino: l’America!

96e06/fion/3276/exp1162

10 pensieri su “sabato 24 giugno 1497

  1. Vespucci mi “piace” un po’ piu’ di Colombo, perche’-dicono alcuni storici- a Vespucci interessavano la conoscenza e lo studio mentre a Colombo interessavano la conquista ed il prestigio. Non so se questa lettura fatta da qeusti storici sia corretta. Piu’ in generale, io considero l’importanza di una scoperta soprattutto sul piano della consocenza piu’ che della ricchezza. Poi, la storia stessa da’ maggior valore al tesoro in monete che a quello fatto di cultura e conoscenza. Come dimostrano gli eventi storici stessi, la ricerca del potere..sempre quello. Ciao.

    Marghian

    "Mi piace"

      • Già…Non che io sia “anticolombiano”, e’ un grande personaggio. Ma la sua “scoperta” (??!!.Pare che si siano andati gia’ i Romani -da alcuni scavi in Florida-e di sicuro ci sono arrivati prima di Colombo i Vichinghi..) ha purtroppo aperto la strada ad una conquista anche sanguinaria. Si dice “quattro milioni di indigeni uccisi”- anche dalle malattie che abbiamo portato. Gli effetti delle spedizioni di Colombo sono andate sicuramente lotre i piani dello stesso Colombo, sicuramente. Non credo che egli avesse in mente lo sterminio di milioni di indigeni. Ecco perche’, comunque, “lui si salva”. Colombo e’ stato strtumento del potere di allora, anche della Chiesa- le croci sulle caravelle richiamano ai Templari-.

        Non voglio farti un post su Cristoforo Colombo- davvero il nome e’ a volte un programma, “cristoforo” significa “portatore di Cristo…-. Aggiungo solo una nota…curiosa, se si vuole: forse Colombo..sapeva di non trovarsi proprio in India. Dicono che…allora, l’India commerciava con le nazioni europee, Spagna ed Italia comprese, gia’ da millenni (Alessandro Magno ci costrui’ persino delle città, ne aveva conquesitato buona parte), ecco che quegli indigeni non potevano essere “indiani dell’India”, ma soprattutto circolavano gia’ delle mappe con i profili della costa americana, anche del continente antartico. Un navigatore greco- 300 avamnti Cristo- raggiunse la Groenlandia e forse l’Alaska. Da queste cose e’ nata la “diceria” (??!) che Colombo… sapesse dove stava andando. Chissà..Ciao Rosa 🙂

        Marghian

        "Mi piace"

  2. Oh, ti ringrazio Rosa. Questi argomenti, il mistero e la scienza, sono gli argomenti che tratto maggiormente. A proposito, ti ringarazio anche per il tuo “like” che ho visto sul mio ultimo post.. 🙂 “grazissime”, Rosa.

    ^Con il mio lungo discorso non volevo affatto sminuire l’impresa di Colombo, anzi. Lui rimane comunque lo scopritore-con la “s” maiuscola”- delle Americhe. I Vichinghi e- se ci sono arrivati- i Romani, non hanno dato inizio ad una epopea come ha fatto Colombo che ha aperto la strada a tutta la storia moderna dell’America. Come si racconta nel famoso aneddoto dell’ancor piu’ famoso “uovo di colombo”… “Ah, dando all’uovo un colpetto sul tavolo…certo che rimane dritto, lo sappiamo fare tutti cosi’!”. Colombo rispose: “dopo averlo visto fare da me….^ cosi’ e’ per la socperta del nuovo mondo. Facile si’, come dite voi. Ma dopo me…”. Ciao 🙂

    Marghian

    "Mi piace"

  3. Ciao Rosa. Ah, ci sono già, ora ricordo. Non è vero (non ricordo se l’avevo scritto), che Vespucci avesse usurpato la fama di Colombo. Ricordo come lo diceva mio padre, nel suo italiano (per noi sardi, se abbiamo poca scuola, come mio padre, l’italiano e’ una vera lingua straniera.) “si’, Vespucci …assurpò alla fama di colombo, come ci dicevano a scuola…” E anche io lo credetti per molto tempo, ma poi seppi che non è cosi’. Pare fosse stato un politico, se non ricordo male in Francia, che propose di chiamare “America” il nuovo mondo in onore di Vespucci. Lo spiegai a mio padre, “no, non fu vespucci a dire “chiamatela america, come me, ma gli fu dato questo onore da altri. Papà per via di questa idea considerava Vespucci un “poco di buono”, un usurpatore appunto. Invece Vespucci era per certi versi migliore di Colombo, a Colombo interessava la gloria, il potere, secondo gli storici. A Vespucci la ricerca e la conoscenza. Forse quel politico fece questa considerazione (“non importa se’ Amerigo e’ arrivato dopo in America, aveva più’ nobili intenti..”). . Ciao 🙂

    "Mi piace"

Rispondi a mairitombako Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.