21 / 02 / 1959 nasce il simbolo della pace


Sappiamo tutti cosa rappresenta ma cosa significa il simbolo della pace?

Il logo unisce due lettere dell’alfabeto semaforico usato in marina:

  • La N per nuclear;
  • La D per disarmament, ovvero disarmo.

https://www.focus.it/cultura/storia/che-cosa-significa-il-simbolo-della-pace

Wayne Walter Dyer(psicologo statunitense


1 “Quanto vali non può essere verificato dagli altri.

Vali perchè tu lo dici.
Se tieni conto dell’altrui stima per sapere quanto vali, quella è, appunto, una stima altrui.“

2 “Non vi è nulla di più incontrollabile di una persona felice che vive nell’entusiasmo! 

Non vi è nulla di più facile da controllare di una persona infelice che vive nella paura!“

3 “Siate consapevoli del vostro Sé Immortale.

Lasciate andare l’idea che siete un corpo che è destinato a morire, e invece prendete coscienza del vostro sé immortale.
Affermate:
“Io sono eterno, e questo significa che mi sono presentato qui dall’ infinità dell’ intenzione spirituale per adempiere un destino su cui devo agire.”

4 “Tu non sei un essere umano che sta vivendo un’esperienza spirituale. 

Tu sei un essere spirituale che sta vivendo un esperienza umana.“

5 “Le persone piene d’amore vivono in un mondo pieno d’amore. 

Le persone ostili vivono in un mondo ostile. 
Ma il mondo e’ sempre lo stesso.“

6 “Amare se stessi vuol dire accettarsi in quanto persona degna di rispetto, perchè così si è deciso.

Accettarsi vuol dire altresì non lamentarsi.
Le persone che funzionano a pieno ritmo non si lamentano mai, e in particolare non si dolgono che gli scogli siano duri, che il cielo si annuvoli, che il ghiaccio sia troppo freddo.
Accettare significa non trovare da dire; la felicità significa non lamentarsi di quello per cui non c’è niente da fare. 
Le lamentele sono il rifugio di coloro che non hanno fiducia in se stessi.“

7 “L’amore è la capacità e volontà di permettere alle persone a cui si vuole bene di essere ciò che vogliono essere, senza insistenza o pretesa alcuna che esse diano soddisfazione.“

8 “Ma se il tuo soggiorno sulla terra è così breve, fa’ che almeno sia piacevole. In una parola, è la tua vita; falla come tu la vuoi.“

9 “Riconosci l’inutilità delle preoccupazioni.

Chiediti sempre: ‘Qual’è il risultato che otterrò preoccupandomi?’
E concediti periodi di preoccupazione sempre più brevi.“

10 “In ogni caso, amate la vostra famiglia (e chiunque altro su questo pianeta).

Abbiate a cuore tutte le vostre relazioni, ma innanzitutto rendete prioritario il rapporto con il vostro io più elevato.“

(da:omnama.it)

Laura Maria Caterina Bassi all’età di 67 anni muore il 20/02/1778


Nata a Bologna, di padre avvocato, ricevette un’educazione privata, in quanto all’epoca era praticamente impossibile per una donna frequentare l’Università. Bambina prodigio, ricevette un’istruzione in biologia e matematica, filosofia, anatomia comparata, storia naturale e lingue . Laureatasi nel 1732 in Biologia e Filosofia, ottenne una lettura universitaria di queste due discipline, diventando la prima donna ad essere docente universitaria in Europa, ed entrò a far parte dell’Accademia delle Scienze di Bologna.

Il 17 aprile 1733 divenne anche la prima donna in Europa a diventare professoressa di Biologia e Fisica, ottenendo una cattedra all’Università di Bologna.

Nel 1738 il matrimonio con il medico e fisico Giuseppe Veratti facilitò la sua carriera. In quanto donna, fino ad allora aveva incontrato numerose difficoltà. Ad esempio poteva tenere lezioni pubbliche soltanto con il consenso del Senato. Nel 1749, in ogni caso, ovviò a queste difficoltà inaugurando un laboratorio privato che divenne famoso in tutta l’Europa e accolse celebri scienziati o giovani destinati a diventare famosi. Soltanto nel 1776 il Senato bolognese le conferì la cattedra di Fisica sperimentale presso l’Istituto delle Scienze di Bologna.Oltre al latino padroneggiava anche il greco e il francese. Nonostante il suo intenso lavoro all’Università, ebbe 8 figli.

w le donne

 

I patti dell’anima di Neale Donald Walsch (autore statunitense)


Le Anime si sedettero attorno alla tavola rotonda, per scegliere la loro prossima lezione da imparare.
Si alzò un’Anima forte e coraggiosa: “Vado sulla Terra per imparare a perdonare.”
Le altre Anime dissero, spaventate:
” Ma è una delle lezioni più difficili.
Non ce la farai a impararlo in una sola vita, ma ti aiuteremo.”

Una delle Anime disse:
“Sono pronta ad accompagnarti sulla Terra per aiutarti.
Sarò il tuo compagno.
Nella nostra vita famigliare ci saranno molti problemi per mia responsabilità, e tu imparerai a perdonarmi.”

Un’altra Anima disse:
“Io posso diventare uno dei tuoi genitori, ti faro vivere un’infanzia difficile, e poi mi intrometterò in tutte le cose che farai, e tu imparerai a perdonarmi.”

E la terza Anima disse:
“Ed io sarò uno dei tuoi superiori, ti tratterò male, ingiustamente, perché tu possa imparare il senso del perdono.”

Altre anime si accordarono di incontrarla in altri periodi della vita, per ripassare la lezione.
Ogni anima scelse la sua lezione da imparare, prepararono un piano della vita, e scesero in Terra.
Una delle particolarità dell’insegnamento delle Anime è questa:
Le memorie antiche, dopo la nascita, sono azzerate.
E solo pochi sanno che le casualità non sono casuali, ed ogni persona appare nella nostra vita quando ne abbiamo bisogno per imparare una lezione che essa ci aveva riservato.

(da:”La piccola anima e il sole”)

Amba Aradam



15 febbraio 1936: Le truppe italiane occupano l’altopiano di Amba Aradam durante la guerra d’Etiopia.
Questo evento, a causa dei continui cambiamenti di fazione delle tribù locali e del caos generale, ha dato vita all’espressione “ambaradan” che indica, per l’appunto, delle situazioni caotiche e confusionarie.

C’era pure mio nonno materno.

News of the World .


Un film ambientato nella fine dell’800, ma quasi nulla è cambiato nell’America di oggi: odio, razzismo, ed una società in balia delle news di un giornale all’epoca, ed oggi con tutti i mezzi di comunicazione che abbiamo a disposizione. Quanto è importante la libertà d’espressione, e di conoscenza! Tom Hanks superlativo! e la piccola attrice di 12 anni Helena Zengel candidata al Golden Globe con la colonna sonora che accompagna le scene rendono il film un emozione continua.

Risultato immagini per news of the world

Dal web una riflessione



Attraverso il buchino del muro il topolino guardava il contadino e la moglie che stavano aprendo un pacchetto. “Che cibo ci sarà?” – si chiedeva il topolino che rimase sconvolto nel vedere che era una trappola per topi.
Il topolino fece il giro della fattoria avvisando tutti: – “C’è una trappola per topi in casa! C’è una trappola per topi in casa!” Il pollo alzò la testa e disse: “Signor Topo, capisco che è una cosa grave per te, ma non mi riguarda. Non mi preoccupa affatto.” Il topolino andò dal maiale dicendogli, “C’è la trappola per topi in casa! C’è la trappola per topi in casa!” Il maiale con empatia disse: -“mi dispiace molto, Signor Topo, ma non c’è nulla che io possa fare, eccetto pregare. Ti assicuro che sarai fra le mie preghiere.” Il topolino allora andò dalla mucca: -“C’è una trappola per topi in casa! C’è una trappola per topi in casa!” La mucca disse, “Ohh.. Sig. Topo, mi dispiace per te ma a me non disturba.” Quindi, il topolino tornò in casa, con la testa bassa, molto scoraggiato, per affrontare da solo la fatidica trappola. Durante la notte sentirono uno strano rumore che echeggiò per la casa, come quello di una trappola che afferra la sua preda. La moglie del contadino si alzò subito per vedere cosa avrebbe trovato nella trappola. Nel buio, non vide che era un serpente velenoso con la coda bloccata nella trappola. Il serpente morsicò la moglie del contadino che dovette portarla d’urgenza all’ospedale, con la febbre alta. Come molti sanno, nella cultura contadina, la febbre si cura con una zuppa di pollo fresco, quindi il contadino con il suo coltellone uscì nel pollaio per rifornirsi con l’ingrediente principale della zuppa. La malattia della moglie però non passava e così tanti amici vennero a trovarla per starle vicino. La casa era piena e per nutrire tutti, il contadino dovette macellare il maiale. Ben presto la moglie morì e tanta gente venne al suo funerale tanto che il contadino dovette macellare la mucca per offrire il pranzo a tutti. Il topolino dal buchino del muro guardò il tutto con grande tristezza.
La prossima volta che sentite che qualcuno sta affrontando un qualche problema e pensate che non vi riguardi, ricordate che quando uno di noi viene colpito, siamo tutti a rischio. Siamo tutti coinvolti in questo viaggio chiamato vita.
Prendersi cura gli uni degli altri è un modo per incoraggiarci e sostenerci a vicenda. “Quando senti suonare la campana non chiederti per chi suona. Essa suona anche per te”.
(Ernest Hemingway)

Il traditore


Risultato immagini per il traditore netflix
Il traditore:
ottimo film perché è un racconto storico di fatti realmente accaduti.
L’interpretazione di Buscetta da parte di Pierfrancesco Favino è quasi perfetta, non ho capito se è stato doppiato in siciliano – ma il dialetto parlato è assai difficile da comprendere anche per una meridionale come me.
Ne esce descritto quasi come un eroe, e non per il mafioso e killer che è stato.
Un collaboratore di giustizia che non si dichiarò mai pentito perché ad un certo punto non condivideva più’ l’identità di < cosa nostra >, e dalla quale ora voleva prendere le distanze.
Non sapevo che in realtà avesse avuto delle operazioni facciali e pure alle corde vocali. Comunque, nella realtà grazie a lui con il maxi processo ci furono 346 condanne (74 in contumacia), tra cui 19 ergastoli, per un totale di 2665 anni di carcere e 11,5 miliardi di lire di multe. Le assoluzioni furono 114.
Purtroppo il pool antimafia dopo la morte di Falcone non durò : fu trattata come una semplice serie di delitti scollegati tra loro.
La morte di Falcone e Borsellino non hanno avuto giustizia.

Consigliato .

Il caso Palamara.


Pagine del libro di Sallusti

Ho letto per curiosità, e per comprendere come un uomo <rispettabile> sia diventato di colpo il magistrato scomodo, che fa cadere valanghe di accuse su di un sistema giudiziario italiano.

Lui ha sbagliato, ad “adeguarsi “, ha sbagliato e pagherà, ma spero che oltre a lui paghino tutti coloro che sono coinvolti.

Non vedo per ora un minimo interesse a smascherare chi dall’altra parte del suo telefonino interloquiva con lui durante le intercettazioni.

Pare che il sistema non si tocchi. Dovrà pagare uno, ed uno soltanto.

Leggete queste frasi di cui mi sono presa questi appunti… capirete come siamo messi in Italia, non c’è meritocrazia, non c’è uguaglianza, ma solo affiliati prediletti di una corrente politica piuttosto che un’altra.

Pensate a quanti saranno giudicati magari ingiustamente da persone incompetenti e corrotti, messi sulla loro sedia solo per una questione di spostamenti di pedine come se fosse una partita a scacchi.

Hanno giocato con la vita di molti: a partire dai magistrati non allineati alle guide, e per questo ribelli al sistema che obbligatoriamente sono stati impossibilitati a continuare la loro carriera.

Se è arrivato perfino il Quirinale, con Napolitano ad intromettersi …pensate come siamo messi.

Io spero che ora che il vaso di pandora si è aperto, esca tutto, ma so che non potrà essere cosi… e cosi se ne sacrifica uno e tutti gli altri si salvano il c…o-

A voi, le vostre riflessioni.