Demone nero di Moneglia


Nel 1396, a Moneglia, fu eretta una chiesa votiva a San Giorgio, gestita dai francescani per circa due secoli.

La notte tra il 6 e il 7 gennaio, era scoppiata una terribile burrasca con tuoni e fulmini che squarciavano un cielo di nubi gonfie di pioggia. Il vento di mare fu tanto forte da portarsi via la croce del campanile della chiesa di San Giorgio e al suo posto, uscito da una saetta sulfurea, apparve un piccolo demone nero il quale prese a percorrere gli stretti vicoli del paese seminando rovine e disgrazie al punto che tutto il paese infuriato prese a inseguirlo con torce, forconi e amuleti.

Il demonio spaventato si tramutò allora in una bestia nera e si rifugiò in chiesa ai piedi di Sant’Antonio abate, protettore degli animali, ma il santo lo riconobbe e lo immobilizzò con il suo lungo bastone. Oggi il demone nero è ancora là tremante di paura, nel polittico della chiesa.

Sapiens³

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.