Uss Indianapolis


E’ un film che racconta i fatti realmente accaduti durante la seconda mondiale.

l’incrociatore pesante USS Indianapolis, comandato dal capitano Charles McVay, sta trasportando all’isola di Tinian parti di uranio della prima bomba atomica Little Boy, che in seguito sarebbe stata utilizzata per bombardare Hiroshima .

Poichè lo spazio aereo era off limits per poter fare questa missione, la nave fu scelta per la sua elevata velocità di crociera, viaggiava senza scorta,  nonostante la ripetuta richiesta da parte del comandante alle forze militari statunitense che la negarono a causa dell’altissima segretezza della missione.

Durante il viaggio di ritorno nel Mar delle Filippine dopo aver sbarcato il proprio carico, il 30 luglio 1945, la nave è silurata e affondata da un sottomarino giapponese. 300 membri dell’equipaggio finiscono in fondo al mare, mentre più di ottocento uomini restano bloccati in mare per cinque giorni senza cibo e senza acqua, nelle acque più infestate da squali del mondo. I segnali di SOS da parte dell’equipaggio sono stati ignorati dalle stazioni radio americane,  dato che la missione era top secret —venne ignorato anche il messaggio dello stesso comandante giapponese, che comunicava l’affondamento e inoltrava richiesta di soccorso per i naufraghi. Inoltre, il comandante giapponese  non era però entusiasta dell’uso dei Kaiten ( siluri kamikaze) e optò per l’attacco convenzionale, lanciando una raffica di siluri. Due di questi siluri centrarono la fiancata dell’Indianapolis causando l’interruzione dell’energia elettrica e l’affondamento della stessa.

La maggior parte dei sopravvissuti morì divorata dagli squali o impazzì per la disidratazione, il sole e per aver bevuto acqua salata di mare. Al quinto giorno, un pilota d’aereo li scorge per caso e organizza il salvataggio nonostante gli ordini contrari della stessa stazione radio che aveva ignorato la richiesta di soccorso. Solo 317 uomini dei 1197 membri dell’equipaggio sopravvivono al disastro.

Alla ricerca di un capro espiatorio per la propria negligenza, la Marina condanna il capitano McVay, in corte marziale  di aver “messo a rischio la nave rinunciando a zigzagare”, nonostante le prove schiaccianti a suo sostegno e la testimonianza dello stesso comandante giapponese che questa manovra sarebbe comunque stata inutile data l’estrema vicinanza delle due.

Il capitano Charles McVay, fu vittima di un linciaggio morale da parte dei famigliari delle vittime e dei superstiti pur se loro stessi in realtà non  gli attribuissero alcuna responsabilità  e morì suicida con il suo revolver  di ordinanza.

 Nell’ottobre 2000 il Congresso degli Stati Uniti con il presidente Bill Clinton si firmò  una  risoluzione secondo la quale sullo stato di servizio del capitano McVay dovesse essere riportato che “egli era prosciolto dalle accuse per la perdita dell’Indianapolis”. 

Liberi quanto?


Vorrei segnalarvi un film in uscita che merita di essere visto,
God’s not dead 2
al di là del credo religioso ci obbliga a riflettere
su quanto la nostra libertà di espressione è reale al mondo oggi.
E’ tratto da una storia vera: la sfida tra lo stato e religione.
Ora, se volete accusatemi pure di proselitismo….
buon fine settimana a tutti

Revenant


Indubbiamente un film da vedere, anche se drammatico e crudo è un film riuscito e meritevole di tutti i premi vinti.

Racconta la storia vera di un esploratore tale Hugh Glass che durante una spedizione di caccia, viene assalito da un orso femmina di greezly e date le sue condizioni i suoi compagni decidono di abbandonarlo.

Non vi racconto la trama perchè ci sono centinaia di pagina in cui potrete trovare tutti i dettagli.

Ma condivido con voi alcune considerazioni mie:

si conosceva già la bravura di Di Caprio, ma in questo film  con la sua mimica ed espressività ha dato davvero molto.

Voglio considerare e premiare l’impegno di  tutti, ed in particolare dell’attore protagonista di girare le scene in foreste inesplorate  fitte e pericolose, in corsi d’acqua gelidi con temperature da rischiare l’ipotermia, le ore per il trucco, ( anche se nell’ultima scena al viso ho notato un’imperfezione),il dover mangiare  tutto ciò che prevedeva il copione- e vi assicuro che se  <il cibo> non era finto c’è voluto un gran coraggio,  inoltre

un plauso enorme allo stuntman che ha interpretato l’orso e che è diventata la scena importante per l’oscar, veritiero e preciso alla massima perfezione.

Insomma, se amate la natura e gli indiani, e non temete una carica di adrenalina vi consiglio si non perderlo.

Ben Affleck c’era in Pearl Harbor


Ieri sera ho rivisto con il groppo in gola il film Pearl Harbor
che trovo assolutamente fantastico ed emozionante 

 l’attacco da parte del giappone  agli stati uniti iniziò il 7 dicembre 41

Hiroshima e Nagasaki furono bombardate con l’atomica il 6 agosto del 45
ma scusate la mia ignoranza ma i francesi, i russi gli inglesi lo sapevano che avrebbero sganciato la bomba atomica?

72

un altro tag…..l’alfabeto dei film


Un Tag molto carino ideato da La Polly

Ringrazio , mirna che ha pensato  a me

Le regole sono semplici:

Citare l’ideatrice del tag, e il blog che vi ha taggato 

Mantenere l’immagine all’inizio di questo post.

Elencare in ordine  i film che vi piacciono di più

Taggare 5 o più blog.

Avvisare i nominati……

ED ECCO I MIEI TITOLI:

Il miglio Verde

chocolat

titanic

gost

tempi moderni

indovina chi viene a cena stasera del 67

selma

nomination: 

pinuccia

maria

angelo

rebecca

vito

Adaline l’eterna giovinezza


Volete un film romantico, originale, attori davvero coinvolgenti ? vi consiglio questo con  Blake Lively, Michiel Huisman, Kathy Baker, Amanda Crew, Harrison Ford.
Io ho avvertito oltre all’amore per la vita, e per gli affetti una grande ed immensa solitudine.
ma tutto è bene ciò che finisce bene.. ve lo consiglio se non l’avete ancora visto

This Must Be the Place


Ieri sera sono andata a vedere  This Must Be the Place

un pò prevenuta perchè Sorrentino non lo capisco, per me è lento e complicato, ma dato che il film ha vinto sei o sette Donatello, mi sono incuriosita…

ma diciamo che se la storia potrebbe avere un senso…ad alcuni personaggi pensandoci ancora oggi non sono riuscita ad assegnare loro un ruolo… e voi, lo avete visto mai?

questo è l’articolo piu’ bello che ho letto sul film

buona serata a tutti

PITCH PERFECT 2.


Ieri sera, ho visto in anteprima  PITCH PERFECT 2.

in america la settimana scorsa ha fatto record di incassi al botteghino, ed incuriosita ho scelto di vederlo:

in effetti sono molto belle le canzoni, gli attori sono davvero superlativi,  è una commedia divertente- per evadere un paio d’ore dalla realtà, non vi racconto la trama, perchè vi consiglio di vederlo 🙂

 

Selma


Con grande piacere ieri sera al cinema mi sono accorta che in sala noi e  solo un’altra coppia eravamo sulla quarantina, tutto il resto del pubblico erano ragazzi da 18 ai 30 anni…  segno che molti di queste nuova generazione
hanno un cervello per conoscere, comprendere e capire, ed un cuore per emozionarsi e soffrire davanti ad
un film drammatico, storico e  premiato con l‘Oscar per la migliore colonna sonora.
Potrebbe essere un racconto si reale e lontano dai giorni nostri
ma a mio avviso è molto piu’ vicino di quanto noi stessi ammettiamo.
Certo di strada da allora se ne  è fatta, si sono <conquistati> diritti civili,
ma il cammino è comunque in salita,  ancora oggi, soprattutto in alcune parti del mondo.
Violenza e razzismo mi hanno fatto rivivere il g8 di genova del 2001.
Grandi tutti gli attori, ma in particolare David Oyelowo che assomiglianza piu’ reale con
Martin Luther King non potevano trovare,  molto bello il lato umano e le debolezze che hanno fatto intravedere
della sua personalità;
ho apprezzato  i  dettagli anche nelle scene più cruente e d’impatto come la drammatica sequenza iniziale dell’esplosione in chiesa che giuro fa sobbalzare sulla poltrona.
Un consiglio? non perdetelo,

186

 
 

50 sfumature di rottura di @@


Luciana Littizzetto e le 50 sfumature di grigio….ecco cosa ne pensa. Da leggere…divertentissima
È autunno e noi siam già di 50 sfumature di grigio. L’avete letta la mitica trilogia dei tre libri porno-armony? 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di nero e poi 50 sfumature di rosso. Tutti che parlano di sesso sadomaso. Avete mai fatto sesso estremo? Mi sa che al massimo siete cascati dal letto mentre cercavate di levarvi le mutande. Se vi vediamo con la frusta in mano è perché state facendo la maionese, l’unica cosa che avete legato con la corda in vita vostra è stato l’arrosto. La storia è questa.

Cristian Grey, uno ricchissimo e fighissimo, si innamora di Anastasia Steele, una poverissima ma bellissima. E le fa vedere i sorci multicolor. La frusta, la sculaccia, la appende come una salama in cantina, la rivolta come il sacco dell’aspirapolvere, la trita, la spezza…praticamente un mulinex. E lei gode come una salamandra. Alle donne è piaciuto tantissimo. Perché le donne, cari miei, soprattutto quelle regular, le madamine perbenino, sotto sotto sognano un marito che le ribalti. Che le faccia vedere il sole di mezzanotte e lo stocafisso di mezzogiorno. Invece stanno con delle meduse che fanno l’amore una volta ad equinozio. Che pensano che Clitoride sia un filosofo greco. Ectoplasmi che dopo le 9 di sera prendono la forma del divano e lì rimangono fino alle due di notte quando tu per pietà li tiri per i piedi e te li scatafratti nel letto. Lumaconi che se gli dici fammi vedere le stelle ti dicono «Eh.. bisognerebbe andare in montagna…».

Se il maschio nostro ti molla una sberla sul sedere è perché ci si è posata sopra una zanzara. Chiaro che se stai con uno così poi leggi di questo qui che un po’ ti cuorca e un po’ ti regala i diamanti, ti dici perché no. Guardi il tuo lui che russa ancora col telecomando in mano che fra un po’ glielo omologano come protesi, e pensi: ma io anche quattro tirate di capelli me le prendo volentieri… Peccato che sto Cristian Grey sia un disturbato mentale da denunciare per stalking, infatti io speravo che alla fine crepasse tra atroci sofferenze. Oppure che lei cambiasse parrocchia e si facesse suora come Lola Falana. Invece no. Finisce che si sposano e fanno due figli. E continuano a saltare sulla materassa come nelle prime pagine. Ma non è credibile. Dopo due figli le mogli se solo ti avvicini dopo una giornata di sbattimento scuola, casa, compiti, e capo con le paturnie, ti prendono a padellate con la pentola antiaderente così non si vedono i segni… Speriamo solo che non ci sia il sequel. Perché dopo il matrimonio e due figli le cinquanta sfumature potrebbero solo essere di maron.

L.Littizzetto  dal web

L’amore bugiardo ♥


Una coppia di scrittori che si amano con accanimento e fervore:
un film raccontato dai due punti di vista dei protagonisti.
Amy e Nick sono sposati da 5 anni, ma con la crisi economica e la perdita del lavoro sono costretti a trasferirsi nel Missouri anche per assistere la madre di Nick seriamente malata.
Amy non si adatta al cambiamento, lei è una ragazza di New York e la provincia le va davvero stretta.
Il giorno del loro quinto anniversario Emy scompare, ed ovviamente il sospettato diventa il marito, grazie a tutti gli indizi che Emy aveva predisposto e studiato a tavolino per farlo incolpare ed avere  cosi la sua rivalsa malata sul loro matrimonio.
La prima parte del film è concentrata sulla spiegazione dei fatti dal punto di vista di lei, poi si riparte in modo parallelo con la comprensione da parte di lui del piano diabolico e perverso messo in atto della moglie.
Ottimi gli attori, lui: Ben Affleck bello imperturbabile- lei perfetta: bella, ricca, intelligente e psicopatica.
Interessante il messaggio del regista che lancia agli spettatori a proposito dei mezzi di comunicazione dei nostri tempi; il finale mi ha deluso, non è stato quello che io avrei voluto, ma evidentemente è quello che i nostri tempi richiedono e cioè che: l’apparenza deve vincere sempre in questa società malata, dove in molte famiglie la felicità è finta, è apparente, e spesso il male è parte di essa, però stavolta il genere maschile ne esce graziato da tanta meschinità e da carnefice diventa vittima.
Avrei voluto vedere una vittima che prende coscienza e ha il coraggio di cambiare le carte in tavola.
Il male non può vincere sul bene.MAI.
Comunque ve lo consiglio, passerete due ore tra emozioni ciniche, follia pura, e romanticismo ed amore malato —-> anche x l’amore vale il detto
quando è troppo è troppo…..
il troppo stroppia si sa…

 

ღಞღಞ Terra di Maria ღಞღಞ


Ho visto ieri sera il tanto atteso film  Terra di Maria :
dalla pagina di fb:https://www.facebook.com/TerradiMaria/info

C’era una volta, Dio. E vissero tutti felici e contenti.
Addio, Padre Nostro. A mai più rivederci, esseri celesti. Se non vi vediamo, non vi crediamo. Abbiamo deciso di vivere come se non ci foste.
Nonostante questo… milioni di persone continuano a parlare con Gesù Cristo, che chiamano “Fratello”. E con la Vergine Maria, che chiamano “Madre”. Credono che siamo tutti figli di Dio e quindi lo chiamano “Padre”.
L’Avvocato del Diavolo riceve una nuova missione: interrogare, senza paura, chi confida ancora nelle ricette del Cielo. Sono dei truffatori? O dei truffati? Se scoprirà che le loro convinzioni sono false, continueremo come abbiamo fatto finora. Ma… se non fosse una favola?

Papa Francesco:
“Una Chiesa senza Maria è un orfanotrofio.” —

E’ un film spagnolo di Cotelo che uscito in Spagna in poche sale cinematografiche grazie al passaparola di internet è diventato un film visto ed amato oltre i suoi confini nazionali.
In questo film lui stesso veste i panni dell’avvocato del diavolo: una sorta di agente segreto molto simpatico il cui compito è quello di indagare tra la gente della terra che crede fermamente nell’esistenza di Dio e di addirittura di  vedere e di  parlare con Maria.
Per lo spettatore tiepido  forse dopo aver visto il film penserà di aver passato bene un pò del suo  tempo, per chi ha fede , invece, forse la visione di questo film provocherà sentimenti di amore ancora più forti e forse qualcuno inizierà a
smettere di parlare di Dio e inizierà parlare con Lui-

emozionanti le testimonianze vere dei personaggi, non meravigliatevi se vi accorgerete di piangere dalla gioia, è inevitabile.
Consiglio la visione a tutti, è molto toccante e allo stesso tempo ironico…

ATTENZIONE : può indurre dipendenza alla Cristoterapia.

Terra di Maria verrà nuovamente proiettato – sempre al Nickelodeon di Genova alle 21,15 – martedì 11 e martedì 18 novembre prossimi. Non perdetevelo.

ღಞღಞ

Un invito speciale


Carissimi…

Voglio condividere con voi una grande gioia. Durante la mia missione in Spagna in settembre, ho avuto l’opportunità di vedere in privato il film TERRA DI MARIA, prodotto dalla casa di produzione spagnola INFINITO+UNO. Un incanto, veramente!!  Molto presto potrete vederlo anche nelle sale italiane, dopo essere uscito in altri 15 paesi, con un enorme successo! Vedrete che si tratta di un meraviglioso strumento di evangelizzazione ! Può far nascere in ogni spettatore la decisione di amare Dio e la Madonna. 

Oggi non sono molti i film che parlano dell’amore di Dio, della fede e della Chiesa, mostrando la verità, la bontà e la bellezza. TERRA DI MARIA parla della misericordia di Dio, dell’amore infinito che Lui ha per noi, della premura costante di Nostra Madre, Maria, affinché volgiamo i nostri cuori verso l’Amore. Il film presenta in modo brillante e profondo varie persone che hanno vissuto per molti anni lontano da Dio e che oggi vivono con Lui, avendo sperimentato in prima persona la vicinanza e la tenerezza dell’amore di Maria. È stato filmato in 10 paesi e mostra alcune storie di conversione avvenute a Medjugorje, dove si sviluppa l’ultima parte del film, con una bellezza impressionante.

Potete aiutarci: A differenza di ciò che accade con altri film, perché TERRA DI MARIA possa diffondersi anche in Italia, è fondamentale che gli spettatori desiderosi di vederlo, lo richiedano. Per cui, per fare in modo che esca anche nella vostra città, è necessario visitare la pagina Internet, www.terradimaria.it. In questa pagina troverete un’opzione che dice: “Vuoi vederlo? Chiedilo”. Quante più richieste arriveranno da una stessa città, tante più possibilità ci saranno che i distributori convincano il gestore della sala a proiettare lì il film. I distributori italiani sono due giovani fiorentini, Francesco e Giovanni, che ricevono le richieste attraverso Internet e contattano in seguito i cinema. Quando le sale scoprono che ci sono molte persone interessate, aprono le porte. Se invece non ci sono sufficienti richieste, o il pubblico che aveva fatto la richiesta non assiste alla proiezione, il film scompare quasi immediatamente. 

Carissimi, conto su di voi in questa battaglia per la Gospa!

Potete scrivere direttamente a loro. Ecco gli indirizzi:

francesco@infinitomasuno.org

distribuzione@infinitomasuno.org

Potete seguire più da vicino le news sul film attraverso le pagine di FacebookTwitter o il canale Youtube.

Potete vedere i due trailer di TERRA DI MARIA a questi indirizzi: I° trailerII° trailer.

Preghiamo insieme perché TERRA DI MARIA compia i progetti che Lei desidera realizzare in ogni spettatore e che possiamo essere in tanti a ricevere questa grazia. Da parte mia, sono molto felice di aver visto questo film! Infatti, è stato un nuovo stimolo per la mia conversione! Chiedo alla Madonna che mi aiuti e ci aiuti tutti nel cammino verso l’Amore.

Vi mando un enorme grazie e vi abbraccio di cuore, nella gioia di Gesù e di Maria,

La vostra sorella, Emmanuel +

Her ~ Lei


Ieri sera sono andata a vedere il film Lei
un film che ha avuto l’oscar come migliore sceneggiatura originale.
pensa…come erano gli altri…mah… 😦

io probabilmente non rientro nel target del pubblico normale
perchè sinceramente non ho colto un solo motivo per cui consigliare di vederlo.

Trama banale e triste x quanto rispecchia la realtà-
tratta dell’incomunicabilità dei nostri tempi, anche se il film è ambientato in un futuro prossimo dove
la tecnologia ci renderà schiavi del tutto ed incapaci di relazionarci con i nostri  simili-
il protagonista è un uomo medio che fa largo uso delle chat vocali dopo la separazione della moglie e che arriva a fare sesso a distanza.
successivamente viene introdotto sul mercato un sistema operativo che si chiama OS molto assonante conn quello vero della apple
IOS
questa voce femminile è quasi intelligente ed ha una personalità in evoluzione-
nella versione italiana la voce è di micaela ramazzotti, forse unica meritevole del film.
cosi nasce un amore virtuale tra il protagonistaa Theodore e Samantha cosi si chiama il sistema operativo-

che ovviamente è destinato a non esistere …
triste e malinconico specchio solo dell’incapacità di relazionarsi che oggi ha l’essere umano…..

vi consiglio una passeggiata e una birra fresca ::: 🙂

the impossible


ieri sera sono andata a vedere il fim sull’apocalisse dello tsunami del 2004 in Thailandia raccontata attraverso la vicenda drammatica di una famiglia divisa dalla catastrofe, che ha lottato con tutte le proprie forze per riunirsi.

The Impossible recensione Ewan McGregor Naomi Watts Toronto Film Festival - Ewan McGregor

La sequenza iniziale dello tsunami è girata con un realismo e una sensibilità notevolissime, che convergono su una messa in scena che poco o nulla concede alla spettacolarità e invece riesce a immergere il pubblico nell’orrore dell’evento. Il lavoro sul sonoro, sui dettagli, sulla costruzione di un set tanto devastato quando visivamente accurato, è davvero impressionante. Quando poi, dopo la catastrofe, la sceneggiatura si concentra sul rapporto tra la madre Maria e il primogenito Lucas, parte della famiglia di cinque persone scampata al disastro, Bayona (il regista) pennella con alcune inquadrature di fortissima espressività i sentimenti e lo stato psicologico dei due personaggi. Ed ecco che allora l’interpretazione di una grande Naomi Watts e del giovane Tom Holland si dimostrano perfette, toccanti, vivissime. Bastano dei primissimi piani, dei volti segnati, degli sguardi che lasciano trasparire la disperazione, e The Impossible tocca le corde dell’animo umano con rara efficacia. 
Poi però per forza di cose deve partire la trama riguardante la ricerca del padre/marito Henry, il quale, dopo aver salvato i due figli più piccoli, si rifiuta di credere che la moglie e l’altro suo ragazzo siano morti. (dal web parte di un articolo)The Impossible recensione Ewan McGregor Naomi Watts Toronto Film Festival - Naomi Watts e Tom Holland
 un film assolutamente da vedere, toccante al massimo…vi consiglio però  un bel pacco di kleenex 🙂

quartet


buongiorno carissimi,

vi volevo consigliare un film divertente di cui ho potuto vedere l’anteprima ieri sera- si tratta di : Quartet:

 

una commedia divertente- il film è una versione per anziani di un college movie, al posto
di giovani pieni di sogni e orientati al futuro, qui ci sono pensionati artisti
che vivono di ricordi e rimpiangono il passato. Sono sempre insieme, si vogliono
divertire, sono tutti della stessa età, senza parenti, genitori o figli che
siano. Si creano invidie, gelosie, amori. A Beecham House il
massimo è avere la marmellata di albicocche più buona o sedere al tavolo con
vista sul parco mentre l’autorità è comunque vista come una grande
scocciatura.

L’unico contatto con altre generazioni, a parte quello con
cameriere e personale di servizio, si instaura con dei ragazzi che vengono a
seguire ogni tanto delle lezioni di musica. Durante una di queste c’è
l’occasione per una curiosa contro lezione di rap di un ragazzo e per abbozzare
un ragionamento su come il melodramma fosse il rap dei suoi tempi, uno
spettacolo popolare per tanti e non, come ora, elitario e per pochi.

dustin hoffman è il regista, per la sua prima volta 🙂

felice giornata 🙂

siamo matti mica scemi


 SI PUò FARE è UN bellissimo film E  ve lo consiglio fortemente

ispirato alle storie vere delle cooperative sociali nate negli anni ottanta per dare lavoro ai pazienti dimessi dai manicomi in seguito alla Legge Basaglia, in particolare a quella della cooperativa “Noncello” di Pordenone. Il film è dedicato alle oltre 2.500 cooperative sociali esistenti in Italia e ai 30.000 soci diversamente abili che vi lavorano.

un film educativo e allo stesso tempo commovente… eccezionali tutti gli attori.

 questa è una cooperativa di scarti…..