un anno di grazia


Signore Gesù, guardo a questo anno che sta per chiudersi.

Ti ringrazio per quanto di buono mi hai donato. I miei errori, perdonali Signore Gesù, e concedimi di imparare da essi.

Cosa posso offrirti, mio Dio? Quello che ho tra le mani Tu lo vedi, e io lo dono a Te.

Continua a sostenermi nei momenti difficili e ad essere Tu la mia forza.
Ma oggi, in questo ultimo giorno dell’anno, voglio raccogliere tutta la mia vita e, con gioia, metterla nelle Tue mani, certo che lì è al sicuro.1526577_613136532057144_1007910968_n
(don valentino porcile)

Annunci

Tempo senza tempo


si è chiuso un anno
si  è chiuso il tempo passato sulle nostre vite
ci sono annate buone
ci sono annate da dimenticare
ci sono annate difficili.
anno pari/ anno dispari non credo proprio in credenze astrologiche
questo passato è stato un anno davvero difficile
come molti ultimi passati, del resto
il fatto è che non cambia mai un c…o—
le stesse cose dell’anno passato
daranno gli stessi dolori anche nel nuovo anno.
non dite se vuoi puoi…
non si può avere il controllo su tutto

nella nostra vita si può solo cercare di fare del proprio meglio per gestire
gli eventi…. si può cercarle di arginare il dolore con un
attegggiamento positivo, solare e positivo drizzando il tiro quando il morale cala.
chissà come sarebbe un anno senza mai un intoppo…
non chiamo intoppo la ruota bucata
o l’imprevisto della giornata
chiamo intoppo quel malessere che ti fa sentire il cuore piccino piccino
e quasi come se davvero potessi sentire li in quel muscolo idraulico un
dolore sordo e continuo
chissà come sarebbe...
non lamentiamoci direte voi… sarebbe potuto andare peggio.
eh si è vero...
ma quando un giorno si e l’altro pure si piangono lacrime asciutte
per situazioni immutevoli della propria vita
a volte ci si sente stanchi.
nasce cosi il bisogno di stare come sacchi a giacere
e nel frattempo sognare che un giorno cambierà.