Giornata mondiale lutto perinatale.


Per ricordare tutti i bambini mai nati che sono sempre nei cuori dei propri genitori

L’Onda di Luce è un concetto creativo nato da un’idea delle associazioni inglesi: se in tutto il mondo ogni partecipante accende una candela alle ore 19 locali e la mantiene accesa per un’ora, per tutta la giornata del 15 Ottobre un’onda di luce attraverserà il globo, illuminando progressivamente tutto il pianeta, un fuso orario dopo l’altro. Si tratta di un modo simbolico per sentirsi idealmente uniti con migliaia di altre persone, accomunate da un lutto per morte di un bambino.

Ovunque tu sia,il 15 Ottobre alle 19 ora locale accendi una candela e lasciala brillare per un’ora.gif-bougie-b-b-2

Annunci

Dicembre a Villa Serra


penso possa essere utile soprattutto alle famiglie con bambini 🙂dicembre1
CONCERTO DI NATALE DEI GIOVANI CANTERINI DI SANT’OLCESE.
VENERDI’ 11 DICEMBRE 0RE 20.30 AUDITORIUM (Ingresso libero)
In collaborazione con il Comune di Sant’Olcese.

I Giovani Canterini sono una realta’ del nostro territorio da annoverare
tra le eccelenze.Hanno festeggiato quest’anno i 20 anni della nascita a
Palazzo Ducale di Genova con un concero dedicato.
La squadra di canto popolare nasce nel 1993 con il preciso intento di
diffondere il canto popolare genovese, meglio conosciuto con il nome di
“trallalero”.
Questo tipo di canto e’ uno stile a piu’ voci praticato senza l’ausilio
di strumenti musicali (coro a cappella)
Pensiamo che possa diventare una iniziativa fissa nel programma
natalizio di Villa Serra.

 

MOSTRA DEI PRESEPI IN VILLA – 13* EDIZIONE
“BOCCADASSE SOTTO LA NEVE”
DA SABATO 19 DICEMBRE A DOMENICA 10 GENNAIO
Sala mostre “le cucine” Villa Tudor
Feriale 14/17 – festivi 10/12 e 14/17

A cura dell’Associazione culturale “La via del Sale”

Quest’anno la rappresentazione e’ dedicata al borgo marinaro di
Boccadasse , bellissimo angolo della riviere genovese e ligure.
Gli espositori sono circa 30 con lavori di ogni dimensione con
ricostruzioni di paesaggi, costumi raffinati, luci e meccanismi di
movimento, con quadri raffiguranti i personaggi.
La tradizione del presepe genovese come forma di rappresentazione
religiosa, ma anche come esempio di artigianato e creativita’ ed
espressione laica del territorio.

Presidente
Consorzio Villa Serra

✿‿✿ ✿‿✿ L’amore gratuito ✿‿✿ ✿‿✿


E’ bello, spontaneo e sincero l’affetto dei bambini.
Non è sempre facile entrare nel loro mondo
ma quando ci riesco, il loro coinvolgimento spesso
mi sorprende piacevolmente.
la loro tenerezza mi ricarica e mi stimola-
oggi, ho scoperto di essere perfino parte di un gioco
della nintendo: eh si hanno creato il mio “personaggio”con cui poter giocare
con tanto di ombretto azzurro che alle bimbe evidentemente è piaciuto in modo particolare 🙂 cosi
ho raccomandato loro di ricordarsi di darmi da mangiare e da bere… se
no alla lezione di domani non ci arrivo 🙂
belli i miei amori♥
grazie per questo dono meraviglioso.jtnlu4hxq31

io c’ero! – sentinelle in piedi


sì al rispetto per ogni persona
Sì al diritto dei bambini di crescere in una famiglia con un padre e una madre
Sì alla complementarietà uomo donna
Sì alle libertà garantite dalla Costituzione 
No alla violenza e alle discriminazioni
No al carcere per chi esprime la propria opinione

Veglia in silenzio, in piedi
SABATO 25 GENNAIO 2014
ore 18.00 – 19.00
Piazza De Ferrari
(ritrovo presso la fontana, alle 17.40)

La manifestazione è regolarmente autorizzata. E’ apartitica, aconfessionale ed aperta a chiunque ne condivida gli ideali.
Nessun vessillo o simbolo di partito o movimento è ammesso.

La proposta di legge Scalfarotto, già approvata dalla Camera, viene presentata come necessaria per fermare atti di discriminazione e violenza nei confronti di persone omosessuali. Noi condanniamo tali atti, ma il nostro ordinamento giuridico già punisce qualunque atto di violenza e la Costituzione tutela tutte le persone in quanto tali. Anche i dati diffusi dal governo non rivelano in Italia un’emergenza da affrontare.

La proposta di legge non definisce il concetto di omofobia, che potrebbe essere impiegato in maniera arbitraria. Con questa proposta di legge rischia di essere accusato di omofobia:

• Chiunque affermi pubblicamente che la famiglia naturale è fondata sull’unione tra uomo e donna
• Chiunque si esprima pubblicamente come contrario al matrimonio tra persone dello stesso sesso
• Chiunque affermi pubblicamente che un bambino per crescere ha bisogno di un papà e di una mamma
Per il solo fatto di esprimere la propria opinione, con questo disegno di legge si rischia di essere denunciati e di finire in carcere. Lo confermano anche le recentissime linee-guida per la stampa emesse dall’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bambini liberi di giocare nei cortili: Milano cancella i divieti


Giocare all’aperto è fondamentale per i più piccoli, e chi di noi non ricorda i pomeriggi trascorsi fuori con gli amici sotto casa? con la mamma che ogni tanto buttava un occhio dalla finestra per  “seguirci” da casa maallo stesso tempo  abbastanza serena di lasciarci liberi di godere della nostra libertà e  della compagnia dei nostri compagni di giochi.

Con 27 voti a favore, il Consiglio comunale di Milano ha approvato ieri all’unanimità la proposta di delibera della Giunta, modificando il Regolamento di Polizia urbana in modo da permettere ai più piccoli di giocare nei cortili. La scritta ‘vietato il giuoco del pallone’ che compare in molte corti della città (risalente agli anni ’30 del secolo scorso) non avrà pertanto più ragione d’essere. “È una bellissima notizia per bimbe e bimbi milanesi”, ha commentato l’assessore Chiara Bisconti.

Il Comune di Milano riconosce il diritto dei bambini al gioco e alle attività ricreative proprie della loro età. Nei cortili, nei giardini e nelle aree scoperte delle abitazioni private deve essere favorito il gioco dei bambini, fatte salve le fasce orarie di tutela della quiete e del riposo stabilite dai regolamenti condominiali.

e qui il mio pensiero va ad ogni genitore che deve essere stato capace di educare  il proprio figlio,-  sarò crudele ma in verità vedo oggi molti bambini capricciosi e maleducati all’inverosimile, e se penso ad un paio di essi giocare nel cortile di casa mia non so come potrei reagire… :-))) – l’antipatia che mi suscitano indirettamente non è causa loro, ma è  da attribuire all’incuria dei loro genitori per averli fatti diventare tali:-(….

 Oggi , televisione, computer e videogames sono spesso i compagni di gioco prediletti per tantissimi bambini ma, allo stesso tempo, rappresentano quei cattivi maestri che li educano ad una vita sedentaria. I bambini,  svolgono pochissima attività fisica con la conseguenza che in italia un bambino su tre è in sovrappeso e uno su dieci è obeso. Inoltre trascorrere il tempo libero all’aria aperta favorisce il benessere fisico e mentale, contrastando così gli esiti negativi della vita moderna quali il peso e  la depressione dei bambini.

chissà quale altra città seguirà l’esempio di milano?

antistaminico tinset gocce…ritirato


di Redazione InformaSalus.it

farmacia

Antistaminico Tinset in gocce ritirato dal mercato a titolo cautelativo

All’inizio di aprile la casa farmaceutica produttrice del Tinset – antistaminico utilizzato per alleviare il prurito in caso di asma, allergie, dermatiti su base allergica – ha ritirato dal commercio, a titolo cautelativo, tutti i lotti della formulazione in gocce 2,5% (25mg/ml).
Vi sarebbe infatti un problema di stabilità della soluzione che potrebbe influenzare l’attività del conservante (non un problema di sicurezza del principio attivo oxatomide).
Come alternativa equivalente alle gocce è al momento reperibile il Tinset compresse da 30 mg (oltre a una crema gel per uso locale). Sono comunque già in produzione i nuovi lotti in gocce che a breve saranno a breve messi in commercio. Cambierà anche il regime di dispensazione di Tinset, che passa da ricetta ripetibile a non ripetibile: potrà cioè essere usata per un solo acquisto e verrà ritirata dal farmacista.
Il consiglio di Altroconsumo a chi possiede in casa una confezione di Tinset gocce è quello di buttarla via, in particolare se aperta da più di due mesi.
Altroconsumo consiglia inoltre di usare sempre con cautela questo farmaco e soltanto dopo il parere favorevole del medico, soprattutto se lo si deve somministrare ad un bambino.

Nopron ritirato dal commercio


 

 

nopron

Il Nopron è noto come farmaco salva-notte per i più piccoli

A partire da oggi, 2 gennaio 2012, viene ritirato dal commercio il Nopron, noto come farmaco salva-notte per i più piccoli.  Gli effetti negativi del Nopron erano conosciuti da tempo e tra gli altri in particolare quello che dava ai piccoli pazienti, dopo la sospensione della somministrazione, un’eccitazione ancora maggiore alla precedente, sonnolenza diurna e problemi a livello muscolare.

La messa al bando del medicinale è stata annunciata dall’Agenzia italiana del farmaco, che ha spiegato che sono state sospese le autorizzazioni sia ai Laboratoires Genopharm sia all’officina di produzione Alkopharm Blois.

Negli ultimi cinque anni in Italia le prescrizioni sono aumentate del 280%. Le prescrizioni di psicofarmaci ai bambini sono spesso conseguenza di diagnosi affrettate e non sempre corrette da parte di medici e pediatri. Secondo gli ultimi dati raccolti sarebbero oltre 50mila i bambini italiani che già oggi assumono psicofarmaci.

paure…


è noto e ribadito che i bambini hanno le loro paure…. che devono imparare a gestire…chi ha paura del buio, chi dei mostri, chi degli animali… ricordate la vs diq uando eravate piccini? io si,

la mia era del dentista…

il ruolo dei genitori è fondamentale affinchè superino queste normali paure senza farle crescere pari passo con i bambini…

…:-) pensavo… mia figlia nn è normale….. nn ricordo una sua paura…. 😦

.-) …………..ho creato un mostro…ahhhhahh… 😆

siete d’accordo?


la cassazione potrebbe vietare la scelta dei bambini da adottare in base alla razza
 
 
voi  pensate che l’amore nn abbia colore?
che sia lecito esprimere una preferenza visto che
è un atto di generosità…???
che sia giusto che ognuno viva nel proprio ambiente…??
( questo oggi ha ancora un senso???)
o è semplice discriminazione??
 
io, da parte mia ignorate come sono pensavo fosse già vietato
fare le scelte come al supermercato…