Un bambino pensando una preghiera, disse così:


“Signore questa notte ti chiedo una cosa speciale… Trasformami in una televisione, così che io possa occupare il suo posto. Mi piacerebbe vivere come vive la televisione di casa mia.

In altre parole avere una stanza speciale per riunire tutti i membri della mia famiglia attorno a me.

Essere preso sul serio quando parlo. Fa che io sia al centro dell’attenzione così che tutti mi prestino ascolto senza interrompermi né discutere.
Mi piacerebbe provare l’attenzione particolare che riceve la televisione quando qualcosa  non funziona…

E tener compagnia a mio papà quando torna a casa, anche quando è stanco dal lavoro.

E che mia mamma, al posto di ignorarmi,
mi cerchi quando è sola e annoiata.

E che i miei fratelli e sorelle litighino per poter stare con me…E che possa divertire tutta la famiglia, anche se a volte non dica niente.

Mi piacerebbe vivere la sensazione di chi tralascia tutto per passare alcuni momenti al mio fianco. Signore non ti chiedo molto. Solo vivere come vive qualsiasi televisione.”

Nel nostro mondo occidentale un bambino su cinque soffre di depressione: per eccesso di protezione e per solitudine.

Disegni preziosi ღ


 Vi siete mai chiesti

Come mai i bambini disegnano il cielo e la terra come due strisce?asilo 015

me lo sono chiesta tante volte.
quando ero piccola io,  all’asilo disegnavo sempre uno striscia azzurra in alto per indicare il cielo, una verde in basso che era il prato..e in mezzo il vuoto più totale!
è una cosa che rivedo ancora oggi negli altri bambini  —
penso che sia perchè
   non hanno ancora sviluppato  il senso dell’infinito:
per loro il cielo è come una casa, un qualsiasi oggetto: 
qualcosa che inizia e finisce….
e ricordo che  disegnavo sempre gli omini stilizzati tipo lui
clip_image0021bè… non è con il tempo sia migliorata… in effetti l’intelligenza grafica
deve essere parte del mio dna mancante 🙂
mentre nelle elementari continuavo il mio sviluppo creativo fermandomi a questo e a poco piu’, c’era una mia compagna di classe che aveva il dono della matita facile, qualsiasi cosa disegnasse diventa reale, quasi tridimensionale, erano gli anni dei diari e quaderni di 
holly hobbies e i suoi disegni 
erano cosi… simile a questo ricordo che me l’ha disegnato sul diario dei ricordi….:-)
io forse nemmeno  con la carta a carbone avrei raggiunto un risultato simile 🙂 🙂
holly_hobbie_01tutto inizia…tutto finisce.. forse è questa la chiave e noi adulti pensiamo invece che l’infinito
sia la risposta a tutto… ma xkè complicarci la vita? 86

l’eco


“Un ragazzino e suo padre passeggiavano tra le montagne…
All’improvviso il ragazzino inciampò, cadde e, facendosi male, urlò :”AAAhhhhhhhhhhh!!!”
Con suo gran stupore il bimbo sentì una voce venire dalle montagne che ripeteva :
“AAAhhhhhhhhhhh!!!”
Con curiosità, egli chiese: “Chi sei tu?”
E ricevette la risposta: “Chi sei tu?”
Dopo il ragazzino urlò: “Io ti sento! Chi sei?”
E la voce rispose: “Io ti sento! Chi sei?”
Infuriato da quella risposta egli urlò: “Codardo”
E ricevette la risposta: “Codardo!”
Allora il bimbo guardò suo padre e gli chiese: “Papà, che succede?”
Il padre gli sorrise e rispose:”Figlio mio, ora stai attento:”
E dopo l’uomo gridò: “Tu sei un campione!”
La voce rispose: “Tu sei un campione!”
Il figlio era sorpreso ma non capiva.
Allora il padre gli spiegò: “La gente chiama questo fenomeno ECO ma in realtà è VITA.
La Vita, come un’eco, ti restituisce quello che tu dici o fai.

La vita non è altro che il riflesso delle nostre azioni.
Se tu desideri più amore nel mondo, devi creare più amore nel tuo cuore;
Se vuoi che la gente ti rispetti, devi tu rispettare gli altri per primo.
Questo principio va applicato in ogni cosa, in ogni aspetto della vita; la Vita ti restituisce ciò che tu hai dato ad essa.
La nostra Vita non è un insieme di coincidenze,
è lo specchio di noi stessi.

com’è difficile dire addio ad un bambino


Era vivo, rideva,
camminava e giocava.
Natura, prendendolo che hai avuto?
Tu hai milioni
di uccelli colorati,
foreste, stelle, oceani,
il cielo infinito.
Perché l’hai strappato
dal seno della madre,
l’hai nascosto in seno alla terra
e l’hai ricoperto di fiori?

O Potente Natura
di miriadi di stelle e di fiori,
hai rubato un bambino!
S’è forse ingrandito
il tuo tesoro infinito?
Hai così aumentato d’un granello
La tua felicità?
Eppure, un cuore di mamma,
immenso come il tuo,
con la perdita del bambino
ha perduto tutto!

Rabindranath Tagore

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

il piccolo Baptiste, avrebbe compiuto 9 anni il prossimo 12  novembre,

un  brutto male se l’è portato via,

non posso neanche lontanamente immaginare quanto sia il dolore

di mia cugina, prego affinchè il lume della ragione sia in lei

e non faccia nulla di insensato….non ho parole, non riesco a combinare nulla, sono quelle giornate a cui è difficile trovare un senso.