Un caffè salato?


3 3a 3bper iniziare bene questo fine settimana ci vuole un buon caffè, lo sapevate che renderlo ancora piu’ corposo e gustoso, occorre usare il sale grosso?
alcune scuole di pensiero suggeriscono di mettere tre pepite di sale grosso nell’imbuto sopra il caffè, altre invece suggeriscono di metterle nella caldaia con l’acqua – io ho provato diverse volte entrambi i metodi suggeriti e decisamente preferisco la seconda, (non temete- non sarà salato ) e voi? 
buon fine settimana, un sorriso e buon coffeeh5yh0mghg3i z0v38vx8wju
Annunci

come vuoi essere?


Una figlia si lamentava con suo padre circa la sua vita e di come le cose le risultavano tanto difficili. Non sapeva come fare per proseguire e credeva di darsi per vinta. Era stanca di lottare. Sembrava che quando risolveva un problema, ne apparisse un altro. Suo padre, uno chef di cucina, la portò al suo posto di lavoro. Lì riempì tre pentole con acqua e le pose sul fuoco. Quando l’acqua delle tre pentole stava bollendo, in una collocò alcune carote, in un’altra collocò delle uova e nell’ultima collocò dei grani di caffè. Lasciò bollire l’acqua senza dire parola. La figlia aspettò impazientemente, domandandosi cosa stesse facendo il padre… Dopo venti minuti il padre spense il fuoco. Tirò fuori le carote e le collocò in un piatto. Tirò fuori le uova e le collocò in un altro piatto. Finalmente, colò il caffè e lo mise in una scodella. Guardando sua figlia le disse: “Cara figlia mia, carote, uova o caffè? ” La fece avvicinare e le chiese di toccare le carote, ella lo fece e notò che erano soffici; dopo le chiese di prendere un uovo e di romperlo, mentre lo tirava fuori dal guscio, osservò l’uovo sodo. Dopo le chiese di provare a bere il caffè, ella sorrise mentre godeva del suo ricco aroma. Umilmente la figlia domandò: “Cosa significa questo, padre?” Egli le spiegò che i tre elementi avevano affrontato la stessa avversità, “l’acqua bollente”, ma avevano reagito in maniera differente. La carota arrivò all’acqua forte, dura, superba; ma dopo essere stata nell’acqua, bollendo era diventata debole, facile da disfare. L’uovo era arrivato all’acqua fragile, il suo guscio fine proteggeva il suo interno molle, ma dopo essere stato in acqua, bollendo, il suo interno si era indurito. Invece, i grani di caffè, erano unici: dopo essere stati in acqua, bollendo, avevano cambiato l’acqua. “Quale sei tu figlia? ” le disse. “Quando l’avversità suona alla tua porta; come rispondi? Sei una carota che sembra forte ma quando i problemi ed il dolore ti toccano, diventi debole e perdi la tua forza? Sei un uovo che comincia con un cuore malleabile e buono di spirito, ma che dopo una morte, una separazione, un licenziamento, un ostacolo durante il tragitto, diventa duro e rigido? Esternamente ti vedi uguale, ma dentro sei amareggiata ed aspra, con uno spirito ed un cuore indurito? O sei come un grano di caffè? Il caffè cambia l’acqua, l’elemento che gli causa dolore. Quando l’acqua arriva al punto di ebollizione il caffè raggiunge il suo migliore sapore. Se sei come il grano di caffè, quando le cose si mettono peggio, tu reagisci in forma positiva, senza lasciarti vincere, e fai si che le cose che ti succedono migliorino, che esista sempre una luce che, davanti all’avversità, illumini la tua strada e quella della gente che ti circonda”. Per questo motivo non mancare mai di diffondere con la tua forza e la tua positività il

“””””””dolce aroma del caffè””””””

…il tempo di un ☕


Quando le cose della vita ci superano, quando 24 ore al giorno non ci bastano, ricordati di queste parole:
Un professore di filosofia, davanti alla sua classe, senza dire una parola, prende un barattolo grande e vuoto e procede a riempirlo con delle palle  da golf. Dopo averlo riempito chiede agli studenti se il barattolo fosse pieno. Gli studenti sono d’accordo e dicono di si, così il professore prende una scatola piena di palline di vetro e le versa dentro il barattolo, le palline di vetro riempiono gli spazi vuoti tra le palle da golf.  Il professore chiede di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno e loro rispondono di nuovo di si. Poi il professore prende una scatola di sabbia e la versa dentro il barattolo, ovviamente la sabbia riempie tutti gli spazi vuoti e il professore chiede ancora se il barattolo fosse pieno. Questa volta gli studenti rispondono con un si unanime. Il professore velocemente aggiunge due tazze di caffe’ al contenuto del barattolo ed effettivamente riempie tutti gli spazi vuoti tra la sabbia. Gli studenti si mettono a ridere in questa occasione e quando la risata finisce il professore dice:
“voglio che vi rendiate conto che questo barattolo rappresenta la vita.
Le palle da golf sono le cose importanti come la famiglia, I figli, la salute, gli amici, l’amore, le cose che ci appassionano. Sono cose che, anche se perdessimo tutto e ci restasse solo quello, le nostre vite sarebbero ancora piene. Le palline di vetro sono le cose che ci importano, come il lavoro, la casa, la macchina ecc. La sabbia e’ tutto il resto, le piccole cose.
Se prima di tutto mettessimo nel barattolo la sabbia non ci sarebbe posto per le palline di vetro e per le palle da golf. La stessa cosa succede con la vita, se utilizziamo tutto il nostro tempo ed energie nelle cose piccole non avremo mai spazio per le cose realmente importanti. Fate attenzione alle cose che sono cruciali per la vostra felicita’; giocate con I vostri figli, prendetevi il tempo per andare dal medico, andate con il vostro partner fuori a cena, praticate il vostro sport o hobby preferito. Ci Sara’ sempre tempo per pulire casa, per riparare la chiavetta dell’acqua, occupatevi prima delle palline da golf, delle cose che realmente importano, stabilite le vostre priorita’, tutto il resto e’ solo sabbia”
Uno degli studenti alzò la mano e chiese cosa rappresentasse il caffe’ e il professore sorridendo rispose: “sono contento che tu mi abbia fatto questa domanda … E’ solo per dimostrarvi che non importa quanto occupata possa sembrare la vostra vita, c’e’ sempre posto per un paio di tazze di caffe’ da bere con una persona cara”19556
155