Pentadattilo


Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella nostra meravigliosa Calabria, quest’anno ho visitato Pentadattilo: un paese fantasma . Peccato che abbiamo beccato pioggia tutto il giorno, ma vi assicuro che da lassù si può vedere l’Etna e tutto lo stretto di Messina.
Il nome è per il fatto che la roccia pare una mano a cinque dita con il borgo nel palmo della stessa.
Nella seconda metà del XVII secolo Pentadattilo fu teatro di un grave fatto di sangue, la “Strage degli Alberti”, nota famiglia nobile del posto, che fu interamente trucidata ad opera di una famiglia rivale di Montebello Ionico ed ex feudatari di Pentadattilo.
Fra le due famiglie per lungo tempo vi era stata un’accesa rivalità per questioni relative a confini comuni e/o per fatti sentimentali e la faida portò appunto alla strage, la quale poi ha dato origini a varie leggende e dicerie secondo le quali ancora oggi i fantasmi di quelle anime trucidate vivono nel paese.
Se qualcuno decide di soggiornarci, fatemi sapere se farete incontri del terzo tipo 🙂

Annunci

04 febbraio


 fonte dalla rete

 4 febbraio 1783 una forte scossa di terremoto colpisce la Calabria. (un secondo terremoto si verificherà il 28 Marzo, nei due terremoti perderanno la vita circa 35.000 persone)

mercoledì 4 febbraio 2004 nasce

Facebook

Invenzioni e scoperte effettuate in questo giorno:

Un gruppo di operai, che lavora in una cava situata nella valle di Neander in Germania, fa una scoperta casuale quanto eccezionale. Alcuni mesi dopo, il 4 febbraio 1857, a Bonn ne viene dato l’annuncio. Si tratta del primo fossile umano, poi chiamato uomo di Neanderthal, il nostro antenato più antico di cui finora si siano scoperte le tracce. In verità, in un primo momento le ossa dell’uomo fossile vengono scambiate per quelle di “un soldato cosacco rachitico” e sarà l’anatomista americano George Busk ad attribuirle ad un essere umano arcaico. All’uomo di Neanderthal, classificato come “Homo sapiens”, viene assegnato un posto vicino a noi: è comparso in Europa tra i 100 e i 35 mila anni fa.

Solidarietà ai calabresi, ma:


solidarietà si alla calabria e alle persone che hanno avuto danni in seguito all’alluvione di questi giorni.
Non mi è piaciuto il commento di una persona intervistata la quale sosteneva
che hanno dovuto pulire e rimboccarsi le maniche.
ma cosa pensa??? che gli altri hanno avuto la manna dal cielo???!
e poi basta a dare sempre la colpa alla natura, quando succedono questi disastri, se la pioggia mette in ginocchio un paese il problema è l’uomo!
L’uomo che ha costruito e deturpato la natura con costruzioni abusive.
spero che si arrivi al punto di dire basta ai condoni, basta ai permessi facili, basta all’uomo prepotente e delinquente.

Rosa_Andronaco

Sensazionale scoperta: un tunnel di epoca punica unisce la Sicilia e la Calabria nello Stretto di Messina?


ma se fosse stato usato durante la seconda guerra mondiale
non ci sarebbe stato qualcuno che l’avrebbe detto prima…mah:::

Pianetablunews provvisorio


A riferirlo nei giorni scorsi sono stati diversi siti d’informazione calabresi e siciliani, ma la notizia non ha ancora trovato conferma, sarà mia cura nei prossimi giorni verificarne l’attendibilità. Personalmente ritengo improbabile che un tunnel sotterraneo possa congiungere le due estremità in quanto la profondità del mare in quella zona supera i 500 metri, tuttavia ho deciso di divulgare l’informazione.

View original post 540 altre parole