Caso Tortora


dal web oggi ricordiamo una triste storia della nostra storia  giudiziaria italiana:

Alle 4 del mattino di venerdì 17  giugno 1983 i Carabinieri bussano alla porta del noto presentatore televisivo Enzo Tortora, presso l’Hotel Plaza di Roma. Per lui scattano le manette con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga.

Per Tortora, all’apice della carriera grazie al successo della trasmissione Portobello, inizia una lunga odissea giudiziaria destinata a concludersi quattro anni più tardi con la piena assoluzione. Si scopre che il castello delle accuse reggeva su un cognome, Tortona, trovato nell’agendina rossa di un camorrista e confuso con quello del presentatore. 

Il caso Tortora resta nell’immaginario collettivo il più eclatante caso di mala giustizia nei confronti di un cittadino.