Come consolare gli afflitti


(Agata Fernandez Motzo, Mio tutto oltre la morte)

Se non trovo altro modo, si può consolare una persona anche col silenzio, con la sola presenza, purché si faccia con amore: basta un sorriso che esprima la dolcezza della comprensione. Meglio se il silenzio è accompagnato dalla preghiera del cuore.

Annunci