Expo, buonismo e indignazione un tanto al chilo


ecco appunto, una bellissima riflessione
sui miei dubbi dell’expò

Cars are set on fire by protesters during a rally against Expo 2015 in MilanPremessa: se fai attivismo politico, in qualunque forma, hai una tua idea del mondo e di come debba andare e, giusta o sbagliata che sia, ritieni sia giusta.

Esiste un livello minimo di consapevolezze quando fai politica che non puoi negare mai, che devi tenere sempre presente.

Punto 1: se qualcuno non è con te, è colpa tua perché non sei stato abbastanza bravo a fargli capire perché dovrebbe essere con te.

Punto 2: chi non è d’accordo con te e non è in malafede potrebbe diventare d’accordo con te, per cui devi fare il possibile per fargli capire perché pensi certe cose.

Punto 3: visti i punti 1 e 2, è assolutamente fuori discussione pensare di poter liquidare chi non ti capisce, chi non ti ha capito o chi non ti viene dietro dicendogli che ten’ o tunn’ncap.

View original post 1.215 altre parole

Annunci

expò? —-


Sono confusa su quanto si dice sull’expò
non dico che sono contraria a priori
ma la globalizzazione a mio avviso ha portato i suoi danni-
metà della popolazione muore perchè mangia male e ha disposizione troppo cibo
l’altra metà muore perchè non ha cibo
L’alimentazione non si può e non si deve globalizzare
è una questione anche di economia, 
la qualità si perde, non si può e non si deve intensificare le coltivazioni
per un commercio internazionale,
a mio avviso sarebbe meglio incentivare il turismo
enogastronomico.
in bocca al lupo all’expò, speremmu ben x tutto