l’ultima tentazione di cristo


è un film che da tempo avevo voglia di vedere… ieri pm ci sn riuscita… in un primo tempo non riusciva ad appassionarmi, certo il confronto con la passione di mel gibson, anche nn volendo è sempre inconscia… questo è un film dove gesù nn è rappresentato dal punto fisico ma più dove dove il suo inconscio vede il rapporto con dio come una persecuzione. quindi forse un gesù piu’ uomo, piu’ ateo, piu’ pauroso e vicino a noi, in un certo senso. egli vorrebbe vivere come quasiasi uomo, farsi una famiglia, e x sfuggire al disegno divino crede che scegliendo di fare croci x i romani dio lo lasciareà in pace…Un giorno decide di intraprendere il suo cammino  interiore  rifugiarsi nel deserto. Va a trovare Maria Maddalena, prostituta perché rifiutata da lui in gioventù, e le resiste. Va nella confraternita degli Esseni e parla con il maestro, mentre in realtà egli giace morto. Convinto  che dio ha bisogno di lui , Gesù convince Giuda Iscariota a seguirlo insieme ai primi discepoli e a farsi battezzare da un urlante Giovanni Battista. Affronta nel deserto le tentazioni di Satana (sotto forma di serpente, ad indicare la carnalità, di leone, ad indicare il narcisismo del cuore, per poi palesarsi sotto forma di fiamme). Salva Maria Maddalena dalla lapidazione, esordisce con il Discorso della Montagna e compie miracoli. Nonostante il cammino messianico, i dubbi continuano a perseguitarlo. Entra a Gerusalemme, scaccia i mercanti dal tempio, sembra voler innescare una rivolta ma alla fine convince il suo maggiore discepolo, proprio Giuda, a tradirlo per farsi catturare facilmente. Finisce dinanzi al governatore Pilato che lo condanna a morte. Sulla croce, Gesù vede un angelo-fanciulla che afferma di essere venuto a salvarlo. Il Nazareno può finalmente sposarsi, dapprima con Maddalena poi con la sorella di Lazzaro ed avere una famiglia. Passano gli anni, è il 70 d.C. ed è l’inizio dell’offensiva romana contro gli Ebrei. Gesù vecchio giace su un letto moribondo ma riceve la visita di Giuda e di altri apostoli, ad ammonirlo come l’angelo sia in realtà un messo di Satana. Spaventato e pentito, tra le urla di una Gerusalemme in fiamme, il Nazareno invoca il Signore e si risveglia nuovamente sulla croce, potendo così morire nella speranza di una salvezza degli uomini.

una storia forte, come è ogni storia che parla di gesù, difficile deve essere interpretare un ruolo cosi .. alcuni particolari del film… mi hanno lasciato incuriosita, ma poi ho avuto conferma che nn erano errori: ad esempio le donne avevano le mani disegnate con l’hennè, come usanza delle donne indiane, e lo smalto alle unghie… usanza che ho verificato esistevano già 5000 anni fa…

comunque resta un film che consiglierei di vedere…per poter confrontare le ns impressioni a riguardo. un bacione amici miei, e serena domenica.