Giovanni Paolo II


I bambini che hanno visto la guerra sono l’unica speranza di pace.
La grandezza del lavoro è all’interno dell’uomo.
Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male.
Non c’è pace senza giustizia. Non c’è giustizia senza perdono.
Giovanni Paolo II
*************************
Se ti guardi intorno
e vedi solo il buio
io sarò la tua luce
che verrà a salvarti,
se nel cuore
trovi solo desolazione
io sarò la tua speranza che verrà a proteggerti,
se hai voglia di chiudere gli occhi
per non vedere la solitudine in te
………..aprili e
…………………vedrai me!!!

le reliquie del ns caro papa giovanni paolo II


Meravigliosa occasione offre la nostra città ai fedeli che desiderano venerare le reliquie di Giovanni Paolo II,

La reliquia del Beato Giovanni Paolo II sarà  qui a Genova da lunedì 5 a domenica 11 dicembre, con orario continuato, per essere venerata nella chiesa di Santa Maria del Prato in Via Parini 2. Informazioni presso Madre Rosangela, tel. 010.3628850.

Venerdì 9 dicembre alle ore 21 si svolge una veglia di preghiera, con esposizione della reliquia, in San Lorenzo, alla presenza del Cardinale Angelo Bagnasco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

,

inoltre nella chiesa di santa maria del prato si può ammirare una bella mostra sulla vita del santo don agostino roscelli e la sua tomba … tra un misto di moderno e ambienti antichi…

Sant’ Agostino Roscelli

7 maggio

Bargone di Casarza Ligure, 27 luglio 1818 – Genova, 7 maggio 1902

Di famiglia molto povera,Agostino Roscelli nasce a Casarza Ligure, nel Levante ligure, il 27 luglio 1818 e viene battezzato lo stesso giorno perché si teme per la sua vita. Dopo avere studiato col parroco nel 1835 si trasferisce a Genova per prepararsi al sacerdozio e viene ordinato prete il 19 settembre 1846. Diventa confessore in San Martino d’Albaro e poi inizia a dedicarsi ai carcerati, ai neonati e alle ragazze madri. L’impegno verso queste giovani gli fa venire l’idea di dar vita ad una congregazione dedicata a loro e, sostenuto da alcune donne penitenti che gli offrono collaborazione per aiutare le tante ragazze bisognose, dopo avere ottenuto il benestare di Pio IX, il 15 ottobre 1876, realizza il suo sogno creando la Congregazione delle Figlie dell’Immacolata. E il 22 ottobre consegna l’abito religioso alle prime Figlie. Muore a Genova il 7 maggio 1902.