Maria, lei


 

Lei, la Madre che tu pregherai la forza ed il coraggio, Lei rifugio dei cristiani dentro agli occhi Suoi Lei ,da quando ha detto “eccomi qui” a tutti noi parla cosi: ” La sofferenza e’ vinta se, se tu l’affronti insieme a me”. Lei, Regina della Guardia che apparve un giorno qui per me, proteggi questa gente che confida in Te Lei, che qui Per Genova sara’ il manto di questa città’ Ti supplichiamo, Tu che puoi, prega per noi Lei, presenza che tu cercherai, in ogni tempo invocherai il Suo messaggio ascolterai e da Gesu’ ti porta Lei Lei, regala I suoi sorrisi e capirai, svelando al mondo quando non ne ha, se camminiamo senza Carita’ Lei , il Vero Amore pieno di Pieta’ che ti arricchisce con la poverta’ un gesto semplice che e’ Eternità Lei, la madre del mio Re dei Re ogni dolcezza vive in te tu stella del mattino per me brillerai Lei ,Signora che tu invocherai e che vicino sentirai in ogni luogo sarà Lei ora e per sempre qui con noi (Testo di Cristina e Francesca)
Annunci

L’ annunciazione 25 Marzo


File:Fra Angelico 069.jpg
vi trovate di fronte ad una delle più belle tavole della pittura italiana, di Giovanni da Fiesole al secolo Guido di Pietro (Vicchio, 1395 circa – Roma, 18 febbraio 1455) detto il Beato Angelico o Fra Angelico, fu un pittore e religioso italiano. È venerato come beato dalla Chiesa cattolica (fu, infatti, beatificato da papa Giovanni Paolo II nel 1984).
e potete gustare lo squisito atteggiamento delle due figure, quella della Madonna e quella dell’Angelo nelle loro preziose vesti. Da ammirare l’architettura del porticato ed i particolari del giardino fiorito sullo sfondo del quale si allontanano dolenti Adamo ed Eva. Sulla predella una descrizione della vita della Vergine che desta ammirazione per la ricchezza dei particolari miniati e per la luminosità del paesaggio.
Questo capolavoro si può ammirare presso il museo diocesano di cortona
in pr. di arezzo…non perdete l’occasione è meraviglioso!

a Medjugorje c’è Maria!


Finalmente in questo agosto 2013 è arrivato il momento di fare “il viaggio”.
é un viaggio non solo fisico con i suoi  1000 km e piu’, ma soprattutto interiore: un percorso – da sentire nel cuore- capace di grandi cose.
Sono partita senza aspettarmi segni e grazie particolari, ma con il cuore aperto a capire e a sentire ogni emozione e sussurro che la Madonna avesse voluto regalarmi.
Il viaggio di andata è durato 21 ore, abbiamo dormito 3 ore e poi ad assistere alla prima apparizione . Mi sono alzata, riposata e in forza per affrontare i numerosi impegni del festival. Una folla oceanica saliva su per il Podbrdo, moltissimi a piedi nudi ma senza mai lamentarsi o con il viso sofferente.
La presenza della Madonna si sente, si percepisce che in quei luoghi Lei è viva.
Durante l’apparizione straordinaria ad Ivan del 5 agosto (giorno del compleanno della Madonnina) c’è stata la dimostrazione che esiste il male e che esiste la Madonna, non sono suggestioni !!! In quell’occasione ho vissuto un’emozione particolare, che li per li ho tenuto per me, ma all’indomani durante la colazione una persona mi ha parlato di quello che ho vissuto… ed allora credetemi il mio stupore è stato tanto.
La mia meraviglia è stata grande perchè- credo che nessuno di noi si senta meritevole di “grazie simili”.
straordinaria l’atmosfera che si vive anche in giro per il paese, tutti i visi incrociati e sconosciuti erano sorridenti e sereni e guardandoli per un attimo molti di loro mi si associavano a visi amici e conoscenti dei quali magari non avevo espressamente pregato x loro, questo era il mondo per ricordarmi di loro nelle mie preghiere che la Madonnina aveva scelto per portarmeli in memoria.
Il gruppo è stato davvero eccezionale, questi ragazzi mi hanno fatto ricredere sul fatto che le nuove generazioni sono superficiali e frivoli…
oh…quanto ho da imparare da loro!!!
Ringrazio la Madonna che mi ha dato la possibilità di vivere questa esperienza unica, la ringrazio per avermi fatto incontrare persone che credo proprio non usciranno piu’ dalla mia vita, per quanto mi hanno trasmesso e regalato.
Ora capisco perchè chi va una volta poi ci torna .
Ho sempre pensato tra me.. ” va be’ visto una volta, basta … ci sn tanti altri posti al mondo da vedere”
bè non è cosi affatto!!! – …. ora lo capisco.
ora che ci sono stata è stato come iniziare un dialogo, nasce cosi il desiderio di continuarlo – come …quando ascolti qualcuno che ti affascina staresti delle ore ad ascoltarlo, ecco per me ora è cosi… li non ci si stanca mai di restare in ascolto…
Penso davvero che non sia un viaggio ma il viaggio ma
l’inizio di un cammino da portare nella vita quotidiana,
l’inizio per migliorarmi spiritualmente, spero solo di esserne capace.

VirgenMaria757ctv

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Concluso il Ventiquattresimo Incontro dei Giovani a Medjugorje

 

Il Ventiquattresimo Incontro Internazionale di preghiera dei Giovani, iniziato il 1° Agosto 2013, si è concluso Martedì 6 Agosto con la Santa Messa di ringraziamento sul Križevac alle ore 5:00 del mattino. Il Festival dei Giovani si è svolto con il tema: “La fede operante per mezzo dell’amore”. La Santa Messa conclusiva è stata presieduta da fra Danko Perutina, Coordinatore dell’Incontro. Quest’anno al Festival di Medjugorje si sono riunite decine di migliaia di giovani, provenienti da sessanta Paesi. Il programma del Festival dei Giovani cominciava alle ore 9:00 con la preghiera del mattino e proseguiva con testimonianze, canti ed insegnamenti di vita cristiana. Dopo la pausa di mezzogiorno, il programma riprendeva alle ore 16:00 ed, in seguito, i giovani partecipavano alla preghiera del Rosario delle ore 18:00. 
Il momento centrale di ogni giornata era la Santa Messa delle ore 19:00. Il 1° Agosto, la Santa Messa di apertura è stata presieduta dal Dott. fra Miljenko Šteko, Provinciale della Provincia Francescana di Erzegovina, che ha anche tenuto l’Omelia. Le Sante Messe serali del Venerdì, del Sabato e della Domenica sono state presiedute rispettivamente da fra Stanko Ćosić, fra Mario Ostojić e fra Josip Serđo Ćavar – sacerdoti novelli della Provincia Francescana di Erzegovina -, mentre le Omelie sono state tenute rispettivamente da fra Slaven Brekalo, fra Petar Ljubičić e fra Svetozar Kraljević. La Santa Messa di Lunedì è stata presieduta da fra Mijo Šarčević e l’Omelia è stata tenuta da fra Danko Perutina. Il numero più grande di concelebranti si è registrato nella Messa del Giovedì, in cui ve ne erano 515. 
Domenica 4 Agosto, dopo la Santa Messa serale, si è svolta la tradizionale processione per le vie della parrocchia di Medjugorje con la statua della Madonna, seguita da un numero incalcolabile di partecipanti con in mano candele accese. Sabato 3 Agosto i membri della Comunità Cenacolo hanno inscenato una rappresentazione per i giovani. 
Sacerdoti provenienti da tutti i continenti, per gran parte del loro tempo, sono stati a disposizione dei giovani per il Sacramento della Riconciliazione. L’evento del Festival è stato accompagnato dal canto e dalla musica di un Coro e di un’Orchestra internazionali, diretti dal Prof. Damir Bunoza. Il Festival è stato tradotto simultaneamente in 17 lingue e molte stazioni radio e portali internet l’hanno trasmesso in diretta.

Concluso il Ventiquattresimo Incontro dei Giovani a Medjugorje