Pace interiore


Seguendo il semplice consiglio che ho letto in un articolo, ho finalmente trovato la pace interiore.

Larticolo diceva: Il modo per raggiungere la pace interiore consiste nel portare a termine tutte le cose che abbiamo iniziato.

Mi sono guardato intorno, girando per la casa, per vedere tutte le cose che avevo iniziato e lasciato a metà.

Così prima di venire al lavoro questa mattina, ho finito: una bottiglia di vino rosso, il Baileys, il Martini,

 la Vodka alla pesca, il Prozac, quattro grammi di hashish ed una scatola di cioccolatini.

Non avete idea di come mi senta bene adesso...

21 FEBBRAIO


 

fonte tratta da internet
sabato 21 febbraio 1959 fu
rainbow_glitter_peace_sign_with_silver_border
 
Ideato il simbolo della pace: Nel momento in cui il mondo sembrava sull’orlo di una guerra distruttiva, il giovane esercito della pace trovò il simbolo giusto per dare forza al proprio dissenso. Da qui in poi non smise mai di comparire su bandiere, cartelli e guance, ogniqualvolta e in ogni luogo della Terra in cui bisognava fermare il ricorso alle armi.
In pratica si prese a riferimento l’alfabeto semaforico, e cercò di combinare la lettera “N” (rappresentata da due braccia distese verso il basso a 45°) con la “D” (un braccio disteso sopra la testa, l’altro disteso in basso), iniziali delle parole “nuclear” e “disarmament”.
 si completò l’opera inserendole all’interno di un cerchio che simboleggiava la Terra.. Il debutto ufficiale del simbolo avvenne ad aprile in occasione di una marcia partita da Trafalgar Square e diretta alla fabbrica d’armi di Aldermaston.
In poco tempo il “cerchio tagliato da tre linee” soppiantò i vecchi simboli di pace, come il ramoscello d’ulivo (utilizzato ancora per lo più nell’orbita cristiana) e divenne per le generazioni successive l’emblema di impegno contro la guerra più diffuso nel mondo. Dal momento che Holtom lasciò piena libertà di utilizzare la sua opera, qualche società statunitense negli anni ’70 tentò di registrare il marchio e sfruttarlo commercialmente, ma ricevendo un fermo diniego dall’Ufficio brevetti.
L’originale del logo ideato nel 1959 è attualmente conservato al Museo della Pace di Bradford (Inghilterra).
Ed aggiungo buon onomastico ad Eleonora e a Pier Damiano
1920381_537827892990795_1637425006_n