Poliomielite


Grazie alla vaccinazione di massa, la poliomielite, a partire dagli anni Sessanta, è andata progressivamente diminuendo fino a scomparire del tutto quasi ovunque in meno di venti anni. La prima vaccinazione di massa contro questa malattia terribile, una delle più gravi cause di invalidità, ha inizio negli Stati Uniti il 26 aprile 1954 con il vaccino sviluppato dal biochimico americano Jonas Salk, e basato sull’utilizzo di virus uccisi. Intanto il microbiologo Albert Sabin, un americano di origine polacca, prepara invece un vaccino con virus vivi attenuati, che è possibile assumere per via orale con uno zuccherino. Il successo di questo vaccino rispetto all’altro è assicurato, soprattutto grazie alla facilità con cui può essere somministrato.

Annunci