curiosità e stranezze pubblicate sui quotidiani


 
In cinquecento contro un albero. Tutti morti
La Provincia Pavese
Regalo cucciolo di mastino docile e affettuoso, mangia di tutto. Gli piacciono molto i bambini.
Vendo giochi e servizi di carnevale. Astenersi burloni e perditempo.
A 3 mesi dalla scomparsa la ricordano la figlia Addolorata ed il genero Felice.

Si avverte il pubblico che i giorni fissati per le morti sono il martedì e il giovedì
Ufficio Anagrafe di Reggio Calabria
Si è spento l’uomo che si è dato fuoco.
Giornale di Sicilia, 1998
Per ogni taglio di capelli una lavata di capo gratis.
Insegna in un negozio di Reggio Calabria
Si fanno giacche anche con la pelle dei clienti
Cartello in un negozio di confezioni di Latina
Vendo tutto per esaurimento
Insegna in un negozio di Brescia
Fa marcia indietro e uccide il cane, fa marcia avanti e uccide il gatto.
Corriere della sera, 1992
Eliminazione totale bambini a soli 15€
Insegna in un negozio di abbigliamento di Trieste
Si affitta l’abitazione del terzo piano, la signora del secondo la fa vedere a tutti.
Inserzione in una strada di Trapani
Questa macelleria rimane aperta la domenica solo per i polli
Insegna in un negozio di Roma

Il fumo? Lo consiglia il medico!


mah

Il Blog delle Ragazze

I danni che il fumo provoca alla salute sono ormai chiari e dimostrati. Ne siamo tutti consapevoli e chi fuma ancora oggi sa di farlo a proprio rischio e pericolo. 

Siamo abituati agli avvisi terrorizzanti scritti sui pacchetti di sigarette, al divieto di pubblicità diretta o indiretta al cinema e in televisione. Gli eroi e i protagonisti, al contrario di quel che accadeva in passato, si guardano bene dal farsi cogliere avvolti dal fumo.

Figuratevi quindi il mio stupore quando ho scoperto queste pubblicità d’epoca in cui si incentiva il consumo di sigarette, si proclama non solo la loro innocuità, ma anche i benefici effetti sulla salute.

E a farlo sono volti popolari, attori come Ronald Reagan, Fredric March, John Wayne e ovviamente Marlene Dietrich, e sconosciuti vestiti da medico.

A sentir loro le sigarette, prescritte dal dottore e raccomandate dai dentisti, rinfrescano la gola, prevengono le irritazioni del naso…

View original post 75 altre parole

tv sempre piu’ off


e basta
non se ne può davvero piu’  di spot pubblicitari  di dubbia qualità…
e meno male che guardo davvero poco la televisione…ma mi basta il tempo mentre faccio colazione per capire quanto anche i pubblicitari sono in crisi in questo periodo.
ora è la volta dei sex symbol uomini per pubblicizzare ogni sorta di prodotto
l’uomo oggetto …esiste… 🙂   !!!!
non posso vedere banderas che parla con rosita la splendida gallina dalle uova d’oro mentre la supplica di guardarla negli occhi…sicuramente ora tutte le massaie a comprare le fette biscottate del mulino bianco.. ops— è pubblicità anche questa… mi è scappata…
poi c’è uno spot che nn ricordo di cosa.. che fanno vedere che i ragazzi vanno sulle montagne russe con il cono gelato in mano… ma quanto è improbabile!!!!
 poi quella che dice anche :
non sono tuo padre sono tua madre, e io sono una marionetta ia ia o.—-
x nn parlare delle vigorsol mi pare dove la ragazza rimane ghiacciata dall’alito fresco tappato in bottiglia del proprio ragazzo… ma quanto è brutta???!!!
e le kinder ai cereali? con la ragazzina che da grande vuole diventare ambientalista?
emh… crescetela con briosche e vedrete come cresce bene… messaggio conflittuale…
ma come gli vengono in mente?? ma sono sani di mente?
e ovviamnete chi le approva non è meno “malato”…
ma il lato dolente… è che se questi spot esistono
e’ solo grazie al fatto che sanno
che gli italiani apprezzano…
e questo è offensivo… almeno x una parte di telespettatori che casualmente si ritrova davanti alla tv…e che di solito dedica il suo tempo libero ad altro…
pardon-
è di qualche giorno fa il bel brad pitt con le prese di uno spot x un profumo femminile… penso non si mai successo che un uomo si  prestasse come testimonial .


credo che la maggior parte di noi…si sia concentrata sulle parole del bel brad…. anche se le scene sotto sottotitolate, quindi da oggi ognuna di noi vorrà essere ricordata x il profumo
è inevitabile….lo dice brad :-)…..
—-
si è inevitabile che guardo poca tv…
ciao amici buon mercoledi vvb!!!

“vento” —- testimonial imbaccucati


Siamo ormai abituati a vedere di tutto  in televisione mcompreso lo spot della simpaticissima e brava Fiona May, da anni testimonial del Kinder fetta al latte.  prima c’era lo spot che la vedeva elencare un numero imprecisato di verbi all’infinito ( correre, camminare, saltare…quasi il Giocagiuè di Cecchetto), poi è stato il momento della   dolce attesa , con la primogenita Larissa che tentava di far passare la fresca merendina alla sorellina attraverso il pancione della mamma, dopo anni   decidono di far partorire la nostra  fiona : stessa villa( a cannes)  qui troviamo Larissa cresciuta e lo  stesso caldo…anzi più caldo perchè c’è anche un ventilatore acceso “a manetta” – infatti la nuova campagna televisiva si chiama “vento” e… finalmente lei, la piccola Anastasia. ( ma nello spot come la chiamano??) paffuta, e dolcissima come una fetta di torta,e  quel caldo torrido…che proprio te lo fanno sentire…e Anastasia, sventagliata dalla sorellina maggiore, è imbacuccata come se dovesse affrontare le tormente di neve in Groenlandia, vestita  con vestito di lana, pantaloni di lana e giaccone di lana lavorato ai ferri n° 10 con punto a treccia doppia  tutto rigorosamente bianco.Ma povera bimba!!!!! Dico…ma il caldo  ha sciroccato tutti gli addetti allo spot fino a questo punto?… si lamentano del gran caldo e la infaggotano cosi??? mah.—- chiamate gli assistenti sociali!!! apprezzo il contrasto voluto tra il bianco e nero… bianca tutto gli arredi della casa, abiti, e la scelta di colore delle protagoniste, il tutto a ricordare il pan di spagna e il ripieno…

 

Nutella: Ferrero pagherà un risarcimento milionario per pubblicità ingannevole


di Alessia Ferla

nutella

Una spalmata di Nutella su un toast contiene ben 200 calorie, con 11 grammi di grassi (di cui 3,5 saturi) e 21 grammi di zucchero

La filiale Usa della Ferrero pagherà un risarcimento di oltre tre miliardi di dollari per la pubblicità ingannevole della Nutella. L’azienda, infatti, ha raggiunto un accordo dopo che alcuni consumatori in California e nel resto degli Stati Uniti hanno intentato due class action sostenendo che gli ingredienti della crema da spalmare a base di nocciole non sono affatto salutari come invece sosteneva la campagna pubblicitaria.
In base all’accordo la Ferrero pagherà quattro dollari per ogni barattolo acquistato tra il 2009 e il 2012 (ma si potranno ‘denunciare’ fino a cinque barattoli e la domanda di risarcimento dovrà essere presentata entro il prossimo 5 luglio). Il risarcimento in particolare è previsto per i consumatori della California che hanno acquistato la Nutella dall’agosto del 2009 al gennaio del 2012, mentre per il resto degli Stati Uniti valgono gli acquisti fatti dal gennaio del 2008 al febbraio del 2012.
Secondo le associazioni dei consumatori la Ferrero nel promuovere la Nutella avrebbe omesso che una spalmata della celebre crema alla nocciola su un toast contiene ben 200 calorie, con 11 grammi di grassi (di cui 3,5 saturi) e 21 grammi di zucchero.
Il tutto è nato dalla denuncia presentata da Athena Hohenberg di San Diego, madre di una bimba di quattro anni, nutrita con la Nutella a colazione. La donna ha rilevato che nello spot pubblicitario la Nutella veniva presentata come un prodotto nutriente e “parte di una colazione equilibrata e sana”, adatta ai bambini. Più tardi, invece, avrebbe scoperto che il prodotto conteneva “pericolosi livelli di grassi saturi” e non era affatto salutare.
Alla denuncia della Hohenberg si è poi aggiunta quella di tanti altri genitori americani trasformando così la causa legale in due diverse class action: una promossa dai cittadini californiani, un’altra dai consumatori che vivono negli altri stati americani.
La Ferrero si è ora impegnata a “modificare alcuni spot pubblicitari sulla Nutella” e a rendere più esplicita la tabella nutrizionale sulla confezione. “L’accordo transattivo raggiunto da Ferrero negli Stati Uniti è relativo al solo contenzioso nato dalla pubblicità trasmessa negli Stati Uniti e alla conformità di quest’ultima alle esigenze della legislazione americana” ha precisato la Ferrero, sottolineando che “non vi è nessun tipo di necessità di correggere da parte dell’azienda i suoi comportamenti commerciali e pubblicitari negli altri paesi, nè intervenendo sulla confezione del prodotto, nè sul posizionamento di marketing”.

visto le pubblicità che ci propinano???


… nn so voi… ma ogni talvolta vedo in tv la pubblicità del viakal mi pongo sempre la solita domanda… ma possibile mai che uno abbia la vasca da bagno cosi sporca? … e nn è certo colpa del gattino…. che insudicia cosi il piano della cucina e la vasca …. li altro che calcare… quella vasca nn è stata mai pulita da quando è stata installata, e la tipa si scandalizza x il gatto e nn x le condizioni della vasca……. e poi… a che ora la ce la propinano??? mentre ceniamo…ovvio, che ve lo dico affare… eccola se ve la volete rivedere… nn state cenando, vero?

— altro nuovo spot che mi ha incuriosito è quello del mulino bianco…. ohi…addirittura antonio banderas hanno scomodato x convincerci a fare colazione con i tarallucci, flauti, e macine… eh…si anche da questo come si evince che il mercato italiano è messo davvero male…

…nonostante tutto ciò buona festa del 25 aprile, un abbraccio

messaggio ingannevole


la cellulite è una malattia e x fortuna c’è il medicinale x combatterla!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

che enorme cavolata…. eppure questa pubblicità continua ad entrare nelle ns case.

peccato nn esista un farmaco contro le falsità.

ho letto su altroconsumo.it

questa crema (somatoline) contiene un ormone utilizzato x la disfunzione della tiroide, che nn andrebbe usato con leggerezza… mi raccomando consultate prima sempre un bravo medico….