21 FEBBRAIO


 

fonte tratta da internet
sabato 21 febbraio 1959 fu
rainbow_glitter_peace_sign_with_silver_border
 
Ideato il simbolo della pace: Nel momento in cui il mondo sembrava sull’orlo di una guerra distruttiva, il giovane esercito della pace trovò il simbolo giusto per dare forza al proprio dissenso. Da qui in poi non smise mai di comparire su bandiere, cartelli e guance, ogniqualvolta e in ogni luogo della Terra in cui bisognava fermare il ricorso alle armi.
In pratica si prese a riferimento l’alfabeto semaforico, e cercò di combinare la lettera “N” (rappresentata da due braccia distese verso il basso a 45°) con la “D” (un braccio disteso sopra la testa, l’altro disteso in basso), iniziali delle parole “nuclear” e “disarmament”.
 si completò l’opera inserendole all’interno di un cerchio che simboleggiava la Terra.. Il debutto ufficiale del simbolo avvenne ad aprile in occasione di una marcia partita da Trafalgar Square e diretta alla fabbrica d’armi di Aldermaston.
In poco tempo il “cerchio tagliato da tre linee” soppiantò i vecchi simboli di pace, come il ramoscello d’ulivo (utilizzato ancora per lo più nell’orbita cristiana) e divenne per le generazioni successive l’emblema di impegno contro la guerra più diffuso nel mondo. Dal momento che Holtom lasciò piena libertà di utilizzare la sua opera, qualche società statunitense negli anni ’70 tentò di registrare il marchio e sfruttarlo commercialmente, ma ricevendo un fermo diniego dall’Ufficio brevetti.
L’originale del logo ideato nel 1959 è attualmente conservato al Museo della Pace di Bradford (Inghilterra).
Ed aggiungo buon onomastico ad Eleonora e a Pier Damiano
1920381_537827892990795_1637425006_n
Annunci

Effetti collaterali dei farmaci: nuovo simbolo in arrivo sui bugiardini


di Redazione InformaSalus.it

 

 

farmaci

Effetti collaterali dei farmaci: nuovo simbolo in arrivo sui bugiardini

La Commissione europea, su indicazione dell’Agenzia europea del farmaco, ha stabilito che a partire dal 1 settembre prossimo i bugiardini di alcuni medicinali saranno provvisti di un triangolo nero rovesciato, seguito dall’invito a segnalare gli effetti collaterali prodotti dal medicinale.

Tutti i farmaci approvati a partire dal 2011 contenenti principi attivi nuovi, saranno provvisti di questo triangolino nero (sarà presente anche su farmaci ospedalieri che non si vendono in farmacia). A questi, si aggiungono alcuni prodotti specialistici di fascia H, non vendibili nelle comuni farmacie e usati per lo più negli ospedali.

Il professore Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, ha precisato che la decisione presa dalla Commissione Europea fa seguito ad una discussione che si svolge da vari anni in Europa, e non significa certamente che i farmaci contrassegnati da triangolo siano pericolosi, ma è un invito ai pazienti a fare attenzione se ci siano disturbi imprevisti ed a parlarne immediatamente con il proprio medico.

Garattini ha inoltre aggiunto: “Se da un lato il miglioramento della sorveglianza post marketing non può che portare vantaggi, dall’altro la presenza del simbolo non deve essere una scusa per commercializzare medicinali che non sono stati sufficientemente testati, con l’idea che la farmacovigilanza colmerà le eventuali lacune. Né deve spingere le industrie farmaceutiche ad abbassare la qualità e la quantità dei loro studi”.

 

simbolo della ns città


sito

Altezza   dello scoglio: 40 metri
del primo tronco: 36 m.
del secondo tronco: 33,95 m.
della cupola luminosa: 7,05 m.
complessiva del faro: 77 m.
complessiva dal mare alla punta: 117 m.
Larghezza  dello scoglio: 40 metri
del primo tronco: 36 m.
del secondo tronco: 33,95 m.
della cupola luminosa: 7,05 m.
complessiva del faro: 77 m.
complessiva dal mare alla punta: 117 m.
Larghezza del lato del primo tronco: 9 m.
del lato del secondo tronco: 7 m.

spessore dei muri perimetrali del tronco inferiore: 2,60 m
numero di gradini totali: 365 (172 dalla base sino alla prima terrazza)