La statua della fede


001

In realtà in un primo tempo si chiamava la statua della religione fu  eseguita dallo scultore Santo Varni nel 1875.

Essa si erge all’ingresso del cimitero monumentale di Staglieno nel Viale delle Fede, è alta 9 metri: la sua lavorazione richiese ben dieci anni di lavoro. Fu scolpita a Carrara, luogo dell’estrazione del marmo, venne lavorata in tre blocchi separati e trasportata via mare al porto di Genova. Il montaggio venne effettuato l’11 dicembre 1875.  Davanti al cancello del cimitero per poter mettere la statua su di un carretto gli uomini chiesero un ulteriore mano ad un passante che si offrì, ma disgraziatamente la statua scivolò uccidendo il povero malcapitato ma fortunatamente non si ruppe.

Lo scultore si avvalse di una modella come fonte ispiratrice per le sembianze, una ragazza che abitava nel borgo di Pantema, nell’entroterra genovese. Luigina Traverso era il nome della ragazze e sulla casa dove abitò oggi è posta una targa a ricordo.