vespasiano …colpisce ancora


è di alcuni giorni fa la notizia che da febbraio a venezia aumenterà il costo dei bagni pubblici…si dovrà  pagare 3 euro al giorno per utilizzare i bagni pubblici del capoluogo. Meno esoso l’abbonamento per chi prenoterà online: 2 euro. Naturalmente, per i residenti sono previste tariffe più basse: 0,25 centesimi se sono possessori della “Wc card abbonamento”, che costa 3 euro, mentre gli ultrasessantenni la pipì la potranno fare gratis purché però in possesso della “Wc card” gratuita di validità quadriennale al costo di 3 euro.

Certo, che è una notiza che crea malcontento soprattutto tra i turisti e in questo periodo particolare dell’anno..con l’afflusso previsto per il carnevale…
ma onestamente, penso che  sia civile che le citta’ possano offrire questi servizi, noi qui a genova "la superba" non sappiamo nemmeno cosa siano.. con il risultato che nei vicoli non sono pochi gli uomini che la fanno negli angoli delle case. Non dimentichiamoci prima sempre di lamentarci e di borbottare che anche le donne e  i disabili hanno necessità fisiologiche  quindi  questo servizio risulta utile ed efficace , pensiamo  inoltre, che al comune non costerà proprio poco la manutenzione ma sicuramente  la città ne traerà  vantaggio d’immagine per il turismo. Non "mugugnamo" sempre…quasi per abitudine…