Questa decisione non mi piace


Il Belgio concede l’eutanasia ad una ragazza di 24 anni

perchè depressa

perchè  dal punto di vista psicologico”, affermano:

“soffre in modo insopportabile e quindi deve poter morire, se lo vuole”. 

ma mi chiedo i medici non dovrebbero in primis non nuocere???

e loro risolvono la questione con un’iniezione letale! 

loro devono rispondere NO!

la loro non è pietà, è mancanza di voglia e di coraggio di volerla aiutare-

Dovrebbe cambiare mestiere, medici cosi il mondo non ne ha bisogno

e come diceva mio nonno : ho vissuto troppo per vedere le cose storte di questo mondo.

ma lui almeno aveva 83 anni…

Annunci

6 pensieri su “Questa decisione non mi piace

  1. Ciao, Rosa. Anche io sono per la vita. Pero’, anche colei che e’ maestra di vita, la Chiesa, talvolta sbaglia, in questi casi. Sbaglia non dicendo no all’eutanasia (su questo ha ragione, come meestra di vita non deve dire diversamente). Sbaglio’, per esempio, a negare i conforti religiosi a Piergiorgio Welby. Una canzone sarda dice “azzudet su perdonu, a chi si ponet in logu e’ Deu” (“il perdono aiuti chi si mette al posto di Dio”).

    Ecco, negare il funerale religioso al suicida o a chi si e’ lasciato morire, e’..giudicare cio’ che solo Dio giudica. Chi vuole morire, chi si suicida, quando muore merita la stessa compassione di chi muore serenamente. Anzi..quanta sofferenza in chi si uccide?! Meritano maggior compassione (lo disse un teologo). E poi, dove sono finite le parole di Gesu’ “e’ l’ammalatoche ha bisogno del medico, e’ per loro che sono venuto al mondo”?.

    -Quanto segue non c’entra con il tema del post. Da me ti ho scritto:
    ““Is mallis, candu arribbanta, arribbant’ imprèssi,ma a ci andài faintimeda prus abèllu, candu sin ci àndanta”. Ciao, Rosa. Noi, in Sardegna, diciamo cosi’, “quando i mali arrivano, arrivano infretta, ma ad andar via fanno molto piu’ piano..quando se ne vanno”. Per fortuna non vale per tutti i mali. La febbre, per esempio, puo’ essere un fatto di qualche giorno. Ce l’ho ancora, trentasette e mezzo. Meno male che non mi ha tolto del tutto l’appetito, almeno quello…cosi’ ho le forze per farmi l’essenziale.

    La causa deve essere stata, nei giorni scorsi, il cambiamento climatico repentino tra l’ambiente del piano di sopra, “reception e sala di studio”m dotato di aria condizionata, e l’ambiente del piano terra (deposito di archivio) , dove non c’e aria condizionata. Pensa poi che li’, lavorando con i faldoni, si suda. Salendo di nuovo su, aria condizionata..scendi nuovamente giu’..ed ecco che arriva la fregatura.

    E’ migliorato, per fortuna, il fastidio alla gola e’ un po’ diminuito. Nelle prime ore della notte non mi lasciava dormire, poi sono riuscito a prendere sonno: erano le tre. Ciao, Rosa, grazie per il tuo pensiero, andro’ a visitarti/ visitarvi appena mi sara’ possibile 🙂
    (e con te, ci sono riuscito adesso)”.

    Marghian

    Piace a 1 persona

    • la chiesa si ri fà al quinto comandamento.
      certo in alcune cose potrebbe evolversi ma senza perdere mai il senso delle parole di Gesù solo per avere piu’ seguaci… mai la chiesa deve vendersi per riscuotere simpatie//
      sono contenta che tu oggi stia un pò meglio, vedrai che domani sarai come nuovo 🙂 buon pomeriggio

      Mi piace

  2. Ciao, Rosa. Sto un po’ meglio, grazie, anche oggi, ma alla sera mi sento accaldato, ma non e’ il caldo esterno, e’ proprio quel po’ di febbre; che comunque mi ha lasciato un po’ debole.

    Sono perfettamente consapevole, Rosa, che la Chiesa si rifa’ al quinto comandamento (ed agli altri comandamenti, ed alla dottrina nel suo insieme per quanto riguarda le altre tematiche, problematiche della vita); io non ho crititcato questo: mi pare sbagliato aver negato i funerali a Welby. Come credo sia sbagliata, talvolta, anche una interpretazione letterale di comandamenti e dottrina.

    Un parroco nego’ il funerale religioso ad una donna che, disse il prete, “conviveva, e non mostrava interesse per le cose spirituali”. Il sacerdote si giustifico’ dicendo “ho voluto mandare un messaggio”; a me parve di intravedere talvolta, in casi come questi, un certo “abuso di autorità”, o eccesso di zelo..scusami.
    Ciao 🙂

    Mi piace

  3. A tredici anni- ti aggiungo solo questo, promesso 🙂 -, dissi al confessore che “guardavo le ragazze” – pensa, i sensi di colpa che si hanno…-. Il confessore mi disse “se vedi una ragazza tu…mortifica i tuoi occhi..”. Il confessore si stava certamente basando sul sesto comandamento. Credo pero’ che “se vedi una ragazza mortifica gli occhi ” sia un altro esempio di eccesso di zelo…Che effetto puo’ avere, un tale “precetto”, in un ragazzo timido? Ci pensai gia’ allora, a tredici anni, e ci penso ora. Scusami ancora.

    Mi sono misurato la febbre, 37,4. Meno di ieri sera. Ciao Rosa 🙂

    Mi piace

Rispondi ✿

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.